Caso Suarez, c’è un secondo docente testimone, ma non è indagato

 
Chiama o scrivi in redazione


Caso Suarez, c'è un secondo docente testimone, ma non è indagato

Caso Suarez, c’è un secondo docente testimone, ma non è indagato

C’è un nuovo testimone nelle indagini sull’esame di italiano “farsa” di Luis Suarez. E’ il secondo docente che insieme a Lorenzo Rocca ha esaminato il calciatore. Sarebbe un testimone importante per la ricostruzione del test di Suarez, ma non è indagato. Lo scrive il Corriere dell’Umbria in un articolo firmato da Alessandro Antonini. Il docente, informa di essere già stato sentito dai pm, ma senza avvocati perché a suo carico non c’è alcun addebito. Il docente specifica che per quella sessione è stato chiamato all’ultimo momento.

Il docente, come da procedura, avrebbe dovuto stabilire il voto insieme a Rocca dopo aver fatto domande e giudicato il livello di italiano di Suarez. Il voto, per gli inquirenti, però era già stato deciso a tavolino. Rocca, col il rettore Grego Bolli e il dg Simone Olivieri, sono indagati per corruzione, falso e rivelazione di segreti d’ufficio. Stefania Spina, la docente che ha preparato a distanza Suarez, nell’avviso di garanzia ha solo falso e rivelazione. Cinzia Camagna, l’impiegata con solo il falso. Tutti gli indagati respingono le accuse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*