Carabinieri passano al setaccio il territorio di Orvieto

Controllati esercizi commerciali, snodi stradali e autostradali

Carabinieri passano al setaccio il territorio di Orvieto

Carabinieri passano al setaccio il territorio di Orvieto

Carabinieri passano al setaccio – 2 persone segnalate perché trovate in possesso di hashish, 4 persone multate per violazione al codice della strada. Bilancio di un maxi controllo sul territorio orvietano effettuato dai carabinieri della Città della Rupe. Dati che confermano quanto l’area di Orvieto, e comuni che rientrano nella giurisdizione dei Militari dell’Arma, risenta del costante controllo delle Fiamme d’argento.

Il controllo, finalizzato all’aumento del senso di sicurezza percepito sul territorio, si è tradotto in un imponente servizio straordinario di verifica del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Compagnia di Orvieto ed ha interessato il territorio l’area orvietana e quella dei comuni limitrofi, ricadenti – come detto – nella giurisdizione del Comando.

L’imponente attività, posta in essere tramite l’articolazione e la capillarità sul territorio dei Comandi Stazione Carabinieri, competenti per i singoli comuni, è stata improntata al raggiungimento di un maggior senso di sicurezza, in considerazione del particolare periodo di festività, orientato ovviamente al contrasto di qualsivoglia forma di illegalità rilevata.

Il servizio, che ha visto l’impegno dei militari del Comando Arma, è stato attuato ponendo attenzione su alcuni compartimenti principali.

Il controllo di diversi esercizi commerciali particolarmente frequentati, l’identificazione di persone e mezzi mediante l’effettuazione di una serie di posti di controllo  posti di blocco lungo le principali arterie di comunicazione stradale nonché presso i punti nevralgici e maggiormente frequentati del territorio, finalizzati al contrasto del fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e/o alcoliche, e, infine, non ultimo, il contrasto ai reati predatori in genere.

Proprio l’ultimo fenomeno citato, infatti, ha visto alcuni episodi delittuosi sul territorio che, sin da subito, sono stati perseguiti dall’Arma territoriale, non facendo mancare la risposta immediata dell’Istituzione e creando così le giuste condizioni di sicurezza sul territorio.

I Carabinieri hanno protratto il maxi-servizio impiegando, in concomitanza, sia pattuglie in abiti borghesi sia pattuglie in colori d’istituto, creando così condizioni di massima espressione sul territorio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*