Arrestato straniero per violenza sessuale su minore, approccio in un negozio

E' un albanese nato nel 1992 padre di due figli, anche loro minorenni

Arrestato straniero per violenza sessuale su minore, approccio in un negozio

Un albanese, del 1992, è stato arrestato e trasferito a Capanne – arresto convalidato oggi stesso – dalla squadra volante della Questura di Perugia. Sul giovane, un accusa pesantissima, reato di violenza sessuale su minore. Il cittadino della Terra delle Aquile, per altro, è già conosciuto per altri due fatti analoghi, reati consumati su altrettanti ragazzini.

  • I fatti sono accaduti nel corcianese

La dottoressa Monica Corneli, dirigente della Squadra volante della Questura di Perugia, ha inviato una pattuglia nei pressi di un centro commerciale di articoli sportivi in quanto un padre aveva richiesto aiuto. Agli agenti, l’uomo ha riferito che il proprio figliolo minorenne, era stato, poco prima, fatto oggetto di violenze sessuali da parte dell’albanese.

  • L’approccio già ne negozio

Il giovane ragazzo, preda dell’uomo, è stato seguito dal pedofilo, che si aggirava fra i corridoi della merce esposta e che lo fissava con insistenza. Il minorenne una volta pagati i propri acquisti è uscito e si è accorto che era seguito perché ha ritrovato il maniaco proprio all’ingresso. Con la scusa si avere qualche informazione il deviato lo ha pesantemente importunato, toccandogli le parti intime.

  • Spaventato, il ragazzino ha raccontato tutto al padre

Il povero ragazzo impaurito dal comportamento dell’uomo è riuscito a distrarlo facendogli girare lo sguardo altrove così da fuggire col proprio motorino e arrivare presso la propria abitazione dove ha raccontato tutto a suo padre.

  • E’ arrivata la polizia di Stato

Giunti immediatamente sul posto gli agenti delle Volanti hanno intercettato il soggetto che, per altro, era ancora all’interno del parcheggio del centro commerciale.

  • E’ stato fermato e identificato

Fermato e identificato dagli  Agenti, è risultato essere, come già scritto, un cittadino albanese del 1992. A seguito di approfonditi controlli è emerso che l’uomo si trovava presso il centro commerciale insieme ai suoi due figli minori e al proprio cognato.

  • le immagini del sistema di videosorveglianza

Gli Agenti, acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso dell’esercizio commerciale in questione hanno appurato con certezza tutta la dinamica dell’attività criminale dell’uomo. Nel videotape si vede l’albanese seguire, pedinare e osservare il ragazzo, come un vero predatore, sino ad appostarsi fuori dall’ingresso in attesa che uscisse.

  • precedenti di polizia specifici ai danni di altri due minorenni

L’uomo, a carico del quale emergevano precedenti di polizia specifici ai danni di altri due minorenni occorsi nell’arco dell’anno è stato immediatamente arrestato dagli uomini della Squadra Volante per il reato di violenza sessuale. Gli agenti stessi, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo hanno condotto presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta questa mattina e dove è stato convalidato l’arresto disponendo la misura cautelare.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*