Affari sporchi con ‘ndrangheta, altri perugini a processo


Scrivi in redazione

Affari sporchi con 'ndrangheta, altri perugini a processo
Procuratore Gratteri

Affari sporchi con ‘ndrangheta, altri perugini a processo

Altre 20 persone perugine andranno a processo per aver fatto affari sporchi con la ‘ndrangheta. E’ così oltre a quelli già fermati lo scorso dicembre, i magistrati di Catanzaro, guidati da Nicola Gratteri, e gli investigatori della sezione Criminalità organizzata della squadra mobile di Perugia hanno portato alla luce altri elementi. Lo riporta oggi il Messaggero Umbria.

Le accuse contestate agli indagati sono, infatti, a vario titolo associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e occultamento di armi clandestine, estorsione, minacce, violenza privata e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati di natura contabile o economico-finanziaria che avevano come obiettivo frodi ai danni del sistema bancario.

L’avviso di conclusione delle indagini, firmato dai sostituti procuratori Domenico Guarascio, Paolo Sirleo, Antonio De Bernardo e Andrea Giuseppe Buzzelli. Complessivamente sono 96 le persone alle quali la Dda di Catanzaro ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nell’ambito dell’inchiesta «Infectio» che il 12 dicembre scorso aveva portato all’esecuzione di 23 arresti, venti in carcere e tre ai domiciliari, e al sequestro di beni per 10 milioni di euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*