Polemica Perugia 1416, Leonelli a Romizi e Severini, i dati dove sono?

il centrodestra avrebbe dovuto portare all’Assemblea legislativa i dati sulla manifestazione prima di proporre una modifica legislativa

Polemica su Perugia 1416, Leonelli a Romizi e Severini, i dati dove sono?

Polemica Perugia 1416, Leonelli a Romizi e Severini, i dati dove sono?

Il consigliere regionale Giacomo Leonelli (Partito democratico) ritiene “sorprendenti le dichiarazioni del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia, che vorrebbero irresponsabilmente addossare alla Regione le eventuali criticità future di Perugia 1416”. Per Leonelli il centrodestra avrebbe dovuto portare all’Assemblea legislativa i dati sulla manifestazione prima di proporre una modifica legislativa

Sorprendono davvero le dichiarazioni del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia, che vorrebbero addossare in maniera irresponsabile alla Regione, tenuto conto che già contribuisce a Perugia 1416 come a tante altre realtà analoghe, le eventuali criticità future della manifestazione”.

Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico Giacomo Leonelli, rimarcando che “come ha ben spiegato anche la collega Carla Casciari in un suo comunicato, l’astensione, peraltro largamente preannunciata, con cui il gruppo del Pd si è espresso sulla modifica di legge per allargare le maglie della concessione del riconoscimento di manifestazione storica, voluta dal Centrodestra solo e soltanto per agevolare questa specifica manifestazione, non pregiudica in alcun modo ‘Perugia 1416’. Entro il 20 febbraio prossimo, infatti, Palazzo dei Priori potrà, senza alcun pregiudizio derivante dal voto dell’Assemblea regionale, presentare la richiesta di ammissione ai finanziamenti nazionali in materia”.

“La richiesta che avevamo avanzato – prosegue Leonelli – di subordinare un eventuale voto positivo alla pubblicazione dei dati della manifestazione in termini di indotto e di presenze turistiche generate, poi, era talmente di buon senso, quando si tratta di chiedere e spendere soldi pubblici, che solleva perfino qualche sospetto la totale chiusura a riguardo da parte di un Centrodestra notoriamente più che solerte a portare avanti gli input della Giunta comunale perugina”. “Mi sento quindi di affermare che la scarsa lungimiranza che il sindaco Romizi e l’assessore Severini lamentano – conclude Giacomo Leonelli – è tutta dei partiti loro alleati all’Assemblea legislativa, che hanno perso un’occasione per rendere pubblici i dati di una manifestazione, ‘Perugia 1416’, che nessuno avrebbe preteso essere di chi sa quale portata dopo soli tre anni. Chiedevamo solo venissero messi a conoscenza della cittadinanza, prima di procedere a una modifica legislativa”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*