Maria Assunta sfida SLA e prima estemporanea a Massa Martana

52 anni vive in Umbria in un minuscolo borgo in provincia di Perugia

Maria Assunta sfida SLA e prima estemporanea a Massa Martana

Maria Assunta sfida SLA e prima estemporanea a Massa Martana

Maria Assunta sfida SLA – Maria Assunta Toniacci, 52 anni vive in Umbria in un minuscolo borgo in provincia di Perugia. Sposata e madre di una figlia di 12 anni racconta della sua malattia. Affetta da SLA sin dal 2009, da anni non può più svolgere alcuna azione autonomamente se non muovere gli occhi.

di Mariolina Savino

Infatti comunica tramite  l’uso di un computer con  puntatore oculare tramite il quale scrive, comunica, dipinge ed in ultimo, organizza eventi, come l’estemporanea a Massa Martana dedicata a Saveri, un giovane artista scomparso.

Grazie all’incontro fortuito   con Elena Wenk, arteterapeuta impegnata con  persone affette da disabilità, Maria Assunta Toniacci scopre una novità fondamentale, che cambierà per sempre le sue giornate,  disegnare con gli occhi».

Grazie alla scoperta fortuita di un post scritto su  un gruppo di malati di SLA nella piattaforma social  Facebook dove l’arte terapeuta  Elena Wenk cercava chi  sapesse  disegnare tramite un puntatore oculare.

Maria Assunta si è proposta ed ha iniziato un percorso interessante che le ha cambiato la vita. Maria Assunta dipinge, organizza mostre ed estemporanee, comunica, rilascia interviste, incontra i giovani, assoluta protagonista nel mondo dell’arte e della solidarietà.

Domenica 2 ottobre ci sarà la prima estemporanea organizzata dalla Toniacci, un esempio di carattere umbro forte e scevro dalla malattia della quale ne ha fatto un punto di forza.

Un esempio per tutti, un faro nella notte, un modo il suo, totalmente innovativo per vivere legata ad un letto con la leggerezza di una libellula.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*