Assalto bancomat nella notte a Collepepe, cassaforte sportello in fiamme [FOTO]

I malviventi non hanno portato via perché i soldi sono andati in fiamme

Assalto bancomat nella notte a Collepepe, cassaforte sportello in fiamme

Assalto bancomat nella notte a Collepepe, cassaforte sportello in fiamme
COLLAZZONE – L’assalto è avvenuto durante la notte, alle ore 3.50. Il tutto è accaduto nella sede della filiale della Banca Popolare di Spoleto a Collepepe, frazione di Collazzone. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della locale Stazione e personale della vigilanza Umbra che hanno verificato la presenza di  fumo e l’effrazione di una vetrata. Ignoti dopo aver spaccato la vetrata degli uffici si sono introdotti all’interno dell’istituto facendo esplodere la cassaforte del bancomat. Sul posto è giunto anche il personale dei Vigili del Fuoco. La cassaforte dello sportello a seguito della deflagrazione è rimasta intatta ma il suo contenuto si è incendiato. Chi abita nel piano superiore ha riferito che «prima hanno rotto il vetro, poi con l’esplosivo hanno provato a far saltare il bancomat dall’interno senza successo». I malviventi non hanno portato via perché, come già detto, i soldi sono andati in fiamme.

COMUNICATO STAMPA CARABINIERI
I Carabinieri della Compagnia di Todi  sono intervenuti, alle ore 04,00, in Collazzone, frazione Collepepe, presso l’Istituto di Credito Banca Popolare di Spoleto, ove era in atto un tentativo di furto in danno di quel bancomat. I malfattori, verosimilmente, dopo aver fatto esplodere, probabilmente con l’immissione all’interno del il sistema di erogazione del denaro di sostanza gassosa, non riuscendo a concludere l’evento criminoso grazie anche all’intervento di personale dell’Arma e dell’Istituto di Vigilanza,  si davano a precipitosa fuga. Immediatamente i militari della citata Compagnia predisponevano, allertando anche le altre FF.PP. presenti sul territorio, mirati servizi atti a rintracciare i fuggitivi venendo, nel contempo, notiziati che in località Pantalla del medesimo comune erano stati asportati, sempre in quella località un autocarro Mercedes Benz e un Fiat Iveco/A cassonato di proprietà di due soggetti del luogo. Uno dei due mezzi veniva rinvenuto sulla E45 su una piazzola di sosta nei pressi di Massa Martana, corsia sud, dai Carabinieri di Todi, mentre l’altro veniva intercettato da una pattuglia della polizia stradale sulla E45 al Km 22+400. In quest’ultimo episodio i due soggetti che si trovavano a bordo del mezzo lo abbandonavano dandosi a precipitosa fuga nelle campagne circostanti.  I veicoli rinvenuti venivano restituiti ai legittimi proprietari. Di quanto  avvenuto veniva notiziata all’A.G. di Spoleto.

L’ultimo assalto a un bancomat risale al 25 aprile quando degli ignoti presero di mira sempre quello della filiale della Banca popolare di Spoleto a Solfagnano Parlesca, frazione a nord di Perugia. In quel caso i malviventi agirono in pochi minuti usando la tecnica della saturazione con gas per  far esplodere lo sportello.

Facendo qualche passo indietro possiamo ricordare l’assalto al bancomat ai danni della Banca delle Marche di Narni Scalo, avvenuto il 18 marzo. In quella occasione ignoti hanno cercato di scardinare lo sportello con colpi mazza ed esplosivo. Il colpo non andò a buon fine.

Ricordiamo anche quello avvenuto a San Martino in Campo, frazione di Perugia, lo scorso 14 gennaio. I malviventi presero d’assalto lo sportello della filiale del Monte dei Paschi di Siena. Dopo aver aperto le porte con un piede di porco, hanno usato una fiamma ossidrica per sradicare la cassetta con i soldi per poi caricarla in auto e fuggire via.

A novembre 2016 era accaduto un episodio simile, sempre a San Martino in Campo, ma alla banca Popolare di Ancona, UBI banca.

A ottobre 2016 nella filiale della Banca Popolare di Spoleto SpA, Ufficio dei Promotori Finanziari di Santa Maria Rossa alla estrema periferia di Perugia.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
7 + 18 =