Inquinamento acustico a Collestrada, vogliamo fare qualcosa sì o no?

 
Chiama o scrivi in redazione


Inquinamento acustico a Collestrada, vogliamo fare qualcosa sì o no?

Inquinamento acustico a Collestrada, vogliamo fare qualcosa sì o no?

Oltre 350 cittadini residenti a Collestrada, praticamente tutti gli abitanti di una intera via e area della frazione, hanno sottoscritto e inviato al Comune di Perugia, e per conoscenza alla Regione Umbria e all’Anas, una petizione con la quale hanno denunciato il grave disagio che stanno vivendo da molti anni a causa dell’elevato inquinamento acustico generato in ogni ora del giorno e della notte dal traffico di veicoli che scorre in entrambe le direzioni nel tratto della Strada Statale 3 Bis Tiberina/E45, specialmente all’altezza del Km 1 che interessa l’uscita Ospedalicchio/Aeroporto.
Il disagio è noto da molti anni – riferiscono i cittadini della zona – ed è stato più volte segnalato. Abbiamo riscoperto il piacere della tranquillità durante il periodo del lockdown che di fatto aveva ridotto il traffico quasi a zero, ed ora rivendichiamo con forza la tutela dei nostri diritti”.
  • firmatari la petizione, rimarcando il diritto di ogni cittadino

I firmatari la petizione, rimarcando il diritto di ogni cittadino di vivere in un ambiente sano e non inquinato, con la predetta petizione hanno chiesto l’attuazione di un piano di risanamento acustico e l’installazione di idonee barriere fonoassorbenti a tutela della salute di tutti i residenti della zona.
A seguito della raccolta firme i cittadini hanno anche rappresentato le loro richieste a rappresentanti nelle istituzioni, a livello comunale con il Consigliere Comunale Maria Cristina Morbello e a livello regionale con il consigliere Andrea Fora.
In rappresentanza dei cittadini di Collestrada:
Antonello Borgarelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*