Guardie ecologiche volontarie pronte a scendere in campo

 
Chiama o scrivi in redazione


Guardie ecologiche volontarie pronte a scendere in campo

Salvaguardare i parchi umbri e le aree verdi, allertare in caso di necessità i sistemi di sicurezza, tutelare il territorio anche accertando illeciti ed informando i cittadini sulle abitudini virtuose legate al rispetto dell’ambiente. Promuovere l’informazione sulla legislazione vigente in materia di tutela ambientale: sono i principali compiti che le guardie ecologiche volontarie, formate dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica su richiesta della Comunità Montana Alta Umbria, dovranno svolgere, prestando servizio presso i parchi dell’Umbria in base alla Legge Regionale n° 4 del 22 Febbraio 1994 “Istituzione del Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica”.

“Grazie a docenti qualificati, tra cui avvocati, informatici, esperti naturalisti e dirigenti regionali – sottolinea l’Amministratore Unico, Marco Magarini Montenero – i partecipanti hanno potuto sviluppare competenze in ambito giuridico, naturalistico, ambientale. Competenze che permetteranno alle guardie ecologiche volontarie di operare, in maniera consapevole e legittima, nelle funzioni a loro assegnate per legge”.

Le guardie ecologiche volontarie sono costituite da cittadini che volontariamente scelgono di prestare un servizio pubblico a tutela dell’ambiente, svolgendo il proprio compito presso province e soggetti gestori dei parchi regionali. In particolare, promuovono l’educazione ambientale all’interno della comunità, accertano a scopo sanzionatorio i comportamenti dei singoli che si pongono in contrasto con le leggi di tutela dell’ambiente, collaborano con le autorità competenti in caso di calamità o di disastri ecologici.

Compiti diversificati su cui è stata svolta da fine maggio una puntuale attività di formazione. Il percorso didattico, coordinato da Sonia Ercolani, Responsabile Area Formazione della Scuola Umbra in collaborazione con Tommaso Piermarini, segreteria organizzativa, è stato articolato in 48 ore in formazione a distanza più 15 ore di lezioni outdoor. Il corso terminerà domani 17 luglio.

La Comunità Montana Alta Umbria, in qualità di ente organizzatore del servizio, provvederà direttamente all’organizzazione dell’esame finale delle guardie neoformate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*