Morte 24enne sul Subasio, sequestrata una telecamera che avrebbe registrato un filmato

Morte 24enne sul Subasio, sequestrata una telecamera che avrebbe registrato un filmato

Morte 24enne sul Subasio, sequestrata una telecamera che avrebbe registrato un filmato

Una telecamera avrebbe registrato gli ultimi istanti della vita del giovane assisano, ucciso da un proiettile durante una battuta di caccia, a Fosso del Carceri intorno al Subasio. Le immagini registrate sarebbero stare caricate nel profilo Instagram Hunting dog Assisi con cui condividere le bellezze delle escursioni fra i boschi intorno al Subasio. Una telecamera di quelle che si mettono addosso e registrano. È l’ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri di Assisi, diretti dal capitano Vittorio Jervolino e coordinati dal sostituto procuratore Mara Pucci. Un’ipotesi che però va confermata. E’ quanto riporta oggi il Messaggero Umbra in un articolo a firma di Milletti e Camilletti.

La telecamera è stata sequestrata al momento dell’arrivo dei carabinieri. Il sostituto Pucci ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, d’intesa con il procuratore capo Raffaele Cantone. Un fascicolo che al momento non conterrebbe alcun nome di persone indagate. Gli inquirenti e investigatori sono alla ricerca di elementi che possano confermare quanto emerso e cioè che il colpo di fucile sia partito direttamente dall’arma che imbracciava Davide. Il ragazzo camminando avrebbe perso l’equilibrio con la partenza del colpo che lo avrebbe centrato all’altezza del cuore. L’autopsia si svolgerà nella giornata di oggi con l’incarico che verrà affidato al medico legale Sergio Scalise Pantuso.

Un altro elemento è emerso e di questo si stanno occupando direttamente i carabinieri forestali, diretti a livello regionale dal colonnello Gaetano Palescandolo: la caccia in quella zona è vietata.

Il sindaco Stefania Proietti, a nome personale e dell’amministrazione comunale, giunta e consiglio, esprime il più profondo cordoglio per la scomparsa improvvisa di Davide Piampiano. “La città e tutta la nostra comunità sono attonite e sgomente per la tragedia accaduta ieri pomeriggio – ha affermato il sindaco – non ci sono parole per esprimere il nostro dolore. Siamo vicini ai genitori, Katia e Antonello, la sorella e tutti i familiari e i tantissimi amici di Davide, che sono distrutti dal dolore. Abbiamo sperato fino all’ultimo che la vita del giovane potesse essere salvata. Purtroppo così non è stato e in questi terribili momenti non possiamo che manifestare la nostra immensa tristezza e condividere la sofferenza con tutti coloro che gli hanno voluto bene. Assisi ha perso un ragazzo stimatissimo, conosciuto da tutti, impegnato nella vita e attivo nelle associazioni; lo piangono, oltre ai familiari, tantissimi giovani e amici. Una tragedia che ci ha sconvolti e possiamo solo essere vicini con tutto il nostro affetto e la nostra partecipazione a chi ora soffre un dolore indicibile.”

Morte 24enne sul Subasio, si fa sempre più strada l’ipotesi dell’incidente di caccia 📸 FOTO

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*