Educatori, insegnanti e genitori: tutti a lezione di alfabetizzazione mediatica con il progetto Mia

Il progetto MIA (Media in Action), è un progetto Europeo di formazione sull’alfabetizzazione mediatica e la narrazione, rivolto ad educatori, insegnanti e genitori.

L’obiettivo è quello di creare una piattaforma web in cui gli docenti ed educatori possano interagire con contenuti, persone, strumenti e risorse relative allo sviluppo di una modalità più consapevole di utilizzo degli strumenti digitali fra i giovani consumatori, spesso passivi e poco critici.

Il progetto MIA mira ad essere un sostegno importante e concreto in questa direzione ed una delle tappe fondamentali del percorso è stata l’organizzazione del workshop sulla Media Literacy svoltosi nelle giornate del 7 ed 8 settembre.

Il workshop è stato promosso ed organizzato dalla Cooperativa Nuova Dimensione, in quanto ente di riferimento per l’Italia del progetto MIA, in collaborazione con la Fondazione Patrizio Paoletti ente accreditato e qualificato presso il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) per la formazione e l’aggiornamento pedagogico degli insegnanti della scuola dell’obbligo in Italia, con la presenza di Kidsbit.

L’obiettivo di questo percorso è stato quello di trasferire strumenti dinamici e creativi per arricchire ulteriormente la didattica e veicolare i contenuti scolastici mettendo ancora più al centro il giovane studente, orientandolo ad una condizione più attiva e partecipata. Il workshop ha visto la partecipazione di educatori ed insegnanti.

“Come feedback – afferma la prof.ssa Eleonora Vitali, una delle docenti coinvolte nell’esperienza formativa – posso dire che sono stati suggeriti numerosi spunti interessanti per poter accrescere le competenze di insegnanti e studenti sia nell’uso consapevole e costruttivo dei media, sia per quanto concerne la differenziazione delle strategie didattiche, sfruttando la multimedialità dei canali comunicativi”.

Il progetto MIA proseguirà fino alla fine dell’anno ed in questa fase è previsto una sorta di tutoraggio nei confronti del gruppo che ha partecipato al workshop per monitorare l’utilizzo, la ricaduta e l’efficacia degli strumenti acquisiti durante la formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*