Risultati elettorali, FdI e Pd i più votati, il flop della Lega

Serrato confronto anche tra Fratelli d’Italia e il Partito Democratico

Risultati elettorali, FdI e Pd i più votati, il flop della Lega

Risultati elettorali, FdI e Pd i più votati, il flop della Lega

Nelle elezioni comunali di Perugia la competizione non si è limitata ai candidati principali, Margherita Scoccia e Vittoria Ferdinandi, ma ha visto un acceso testa a testa anche tra i due partiti maggiori delle rispettive coalizioni: Fratelli d’Italia (18,86%) e il Partito Democratico (19,19%).

Nella coalizione di centrodestra, Fratelli d’Italia ha segnato una vittoria netta, diventando la forza principale con un notevole aumento di consensi rispetto alle elezioni comunali di cinque anni fa, quando si era attestata al 12,68%. Al contrario, la Lega ha subito una drastica riduzione del proprio elettorato, passando dal 15,05% del 2019 a un modesto 3,72%.

Anche Progetto Perugia ha visto un calo significativo, passando dal 14,9% delle scorse elezioni a circa il 4%. In controtendenza, la lista del sindaco uscente Andrea Romizi (Forza Italia) ha ottenuto un’ottima performance, oscillando tra l’11 e il 12%, un netto miglioramento rispetto al 5,72% di cinque anni fa. La lista Perugia Civica ha registrato un’importante crescita, aumentando dal 6,25% al 9% dei voti.

I partiti minori della coalizione di centrodestra non sono riusciti a emergere in modo significativo.

Per quanto riguarda il Partito Democratico, ha consolidato la propria posizione rispetto alle comunali del 2019, quando aveva superato di poco il 17%, arrivando ora intorno al 19%. Le altre liste hanno mostrato andamenti diversificati: il Movimento Cinque Stelle ha subito un calo di quasi tre punti percentuali rispetto al 6,98% del 2019, mentre la lista civica di Ferdinandi, ‘Anima Perugia’, ha ottenuto oltre l’8% dei consensi e ‘Pensa Perugia’ si è avvicinata al 6%.

Questi risultati delineano un panorama politico locale in evoluzione, con Fratelli d’Italia che guadagna terreno all’interno della coalizione di centrodestra, e il Partito Democratico che mantiene una solida base di consensi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*