Sicurezza, ripristinare rapidamente osservatorio sulla criminalità

Sicurezza, ripristinare rapidamente osservatorio sulla criminalità

Sicurezza, ripristinare rapidamente osservatorio sulla criminalità

Il capogruppo regionale del Partito democratico, Tommaso Bori, e la vice Presidente dell’Assemblea, Simona Meloni, esprimono “preoccupazione per gli esiti della maxi operazione condotta dalla Polizia di Stato, coordinata dalle Procure di Catanzaro e Reggio Calabria, che sta vedendo, anche in Umbria, numerosi arresti legati a reati di mafia”.

I due esponenti del Pd inoltre esprimono “soddisfazione per la condivisione da parte dei colleghi degli altri gruppi sulla proposta da noi auspicata di istituzione della Commissione contro le infiltrazioni criminali e mafiose e di riattivazione dell’Osservatorio regionale sulla criminalità”. “La nostra regione – sottolineano Bori e Meloni – è considerata da tempo un covo freddo in cui il sistema di riciclaggio sta infiltrando anche una parte del sistema economico regionale. Questa operazione antimafia – proseguono – dimostra che lo Stato continua ad essere fortemente impegnato a contrastare le organizzazioni malavitose che minano la vita democratica e l’immagine del nostro Paese.

A partire dell’urgenza di questi fatti – osservano Tommaso Bori e Simona Meloni – si rende quanto mai necessario e urgente che le istituzioni locali diano segnali concreti per mettere in campo azioni di monitoraggio e contrasto di fenomeni che devono tornare ad essere estranei alla nostra terra”. Bori e Meloni concludono facendo “appello a tutte le forze politiche affinché si possa addivenire in tempi brevi alla riattivazione della Commissione, e dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata per assicurare anche una efficace gestione dei beni confiscati alle organizzazioni criminali e la loro destinazione a scopi sociali. Ci sentiamo quindi di fare nostra la richiesta dell’associazione ‘Libera contro le mafie’, recentemente rivolto alle istituzioni regionali, per valorizzare il lavoro svolto in questi anni continuando l’azione congiunta di contrasto di questi fenomeni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*