Gualdo Tadino, Tagina, Prisco interroga ministro Luigi Di Maio

Gualdo Tadino, Tagina, Prisco interroga ministro Luigi Di Maio

Gualdo Tadino, Tagina, Prisco interroga ministro Luigi Di Maio. “Obiettivo è scongiurare 160 licenziamenti a Gualdo Tadino. Per questo governo la dignità dei lavoratori è solo uno slogan”. Un’interrogazione al ministro Luigi Di Maio è stata presentata dal parlamentare umbro Emanuele Prisco per sapere “cosa osta alla concessione della cassa integrazione guadagni straordinaria alle maestranze della Tagina per scongiurare il licenziamento di 160 lavoratori che metterebbe in ginocchio 160 famiglie e un territorio il cui tessuto produttivo è stato smantellato dalla crisi economica”.

L’atto è stato avanzato dall’esponente di Fratelli d’Italia al Mise. “I lavoratori della Tagina di Gualdo Tadino – è spiegato – stanno dimostrando grande dignità nell’affrontare sacrifici impensabili e inaccettabili per un Governo che ha fatto della dignità dei lavoratori il suo slogan principale”.
Soltanto un mese fa – ricorda Prisco – il ministero del Lavoro e dello sviluppo economico ha comunicato che non avrebbe dato seguito alla convocazione dell’azienda e dei sindacati rispetto all’istanza di cassa integrazione straordinaria avanzata il 7 giugno. “Senza ammortizzatori – conclude la nota – l’azienda dovrà mettere mano ai licenziamenti, una tegola per un territorio già colpito da crisi come quella della ex Merloni, della Faber e di tutto il settore delle costruzioni”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*