Ast Terni, Fiorini (Lega), tutela ambiente al centro delle scelte aziendali

Veleni Ast Terni, Lucidi-Liberati (M5S): inviata interrogazione alle procure

Ast Terni, Fiorini (Lega), tutela ambiente al centro delle scelte aziendali “Prima il caso delle acque sotterranee contaminate, poi l’episodio del fumo arancione fuoriuscito dallo stabilimento di viale Brin domenica pomeriggio: Ast Terni faccia maggiore attenzione e provveda a ridurre l’impatto ambientale sul territorio”. Lo dice il capogruppo Lega Umbria, Emanuele Fiorini.

Oltre l’annoso dilemma tra industria e ambiente

“Dobbiamo andare oltre l’annoso dilemma tra industria e ambiente, tra lavoro e tutela della salute – prosegue – E’ arrivato il momento di voltare pagina e definire una linea di azione che veda il tema della lotta all’inquinamento al centro dell’agenda politica comunale, regionale e nazionale e al centro delle dinamiche aziendali e produttive di Ast Terni. Nessuna decisione deve essere presa a discapito del territorio, nessuna strategia deve essere determinata senza valutare l’impatto ambientale che essa comporta.

Tutelare la salute dei cittadini

Siamo a favore del mantenimento degli asset e dei livelli produttivi e occupazionali di una fabbrica, ma riteniamo di primaria importanza tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini. Poche settimane fa l’azienda ha confermato un utile netto di oltre 98 milioni di euro? Bene, venga incrementata la spesa relativa all’acquisizione di tecnologie utili a ridurre emissioni e, quindi, l’impatto ambientale. Sono i nostri figli che ce lo chiedono”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
2 + 20 =