Coronavirus, sanità, consiglieri regionali PD e (M5S) replicano a Mancini (Lega)

 
Chiama o scrivi in redazione


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Coronavirus, sanità, consiglieri regionali PD e (M5S) replicano a Mancini (Lega)

“Le affermazioni del consigliere regionale Mancini (https://tinyurl.com/w9p8xf5) lasciano intravedere una totale disconnessione dalla realtà, dai fatti e dalla decenza istituzionale. E’ arrivato il momento che la Lega la smetta di proiettare sul Governo la propria incapacità ed inadeguatezza, assumendo tutti i provvedimenti straordinari a tutela della salute degli operatori sanitari e dei cittadini umbri”. lo dicono i consiglieri regionali Michele Bettarelli (Pd) e Thomas De Luca (M5s) secondo i quali “il consigliere Mancini, campione di preferenze nonché presidente della Seconda Commissione che per anni ha invocato l’autonomia delle regioni, oggi dimostra come il centrodestra sia totalmente incapace di utilizzare anche quella di cui già dispone”.

“Il suo collega di partito e presidente del Veneto Zaia, ad esempio – fanno rilevare i due consiglieri di minoranza – quando si è trattato di fare i tamponi di massa ha detto di fregarsene del bilancio e dei soldi che forse neppure aveva. Come lui, altri presidenti di regione, dalla Campania, alla Calabria, dal Piemonte alla Toscana, hanno finanziato con le risorse della sanità regionale gli interventi di screening di massa. E l’Umbria che fa?

L’assessore Agabiti ci ha recentemente detto che ci sono più di 20milioni di euro stanziati per l’emergenza. Bene, è ora che li tiri fuori e che l’assessore Coletto ci spieghi come intenda utilizzarli. Che ci siano o meno le risorse dichiarate, ribadiamo che la Regione deve al più presto attivarsi per realizzare i test a tutti gli operatori sanitari e alle persone più esposte; riesca a dotare ogni singolo operatore medico sanitario dei presidi di sicurezza individuale, e provveda a realizzare nuove postazioni di terapia intensiva”.

“Qualcuno dovrebbe spiegare a Mancini – aggiungono Bettarelli e De Luca – che il paziente zero non è venuto con un barcone dalla Germania e che l’acqua calda non è una cura miracolosa! Piuttosto che pensare ai barconi, dato che qui il mare non c’è, fareste meglio a pensare alla salute e alla sicurezza dei cittadini umbri. Ogni minuto perso dietro alle polemiche di bassa lega – concludono Bettarelli e De Luca – è una colpevole mancanza che vi rimarrà sulla coscienza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*