Post sessista, Lega Terni, chi ricopre incarichi istituzionali non si può permettere simili scivoloni

Post sessista, Lega Terni, chi ricopre incarichi istituzionali non si può permettere simili scivoloni

Post sessista, le consigliere della Lega Terni: “Chi ricopre incarichi istituzionali non si può permettere simili scivoloni” “Un post con relativo meme, quello pubblicato dal presidente della provincia di Terni, Giampiero Lattanzi del PD, che mette in luce il livello dialettico di alcuni esponenti della sinistra ternana”. Così l’intervento delle consigliere comunali della Lega Terni, Federica Apollonio, Maria Cristina Brugia, Valeria D’Acunzo ed Anna Margaritelli.


da: Stampa Lega Umbria


“Un post sessista – sottolineano le leghiste – una ‘battuta’ mal riuscita degna dei b-Movie italiani degli anni ‘80, che offende tutte le donne e che ci riporta indietro nel tempo, al tanto scomodato e citato Medioevo culturale, tirato in ballo più volte e a sproposito in questi giorni dai suoi colleghi di partito nel criticare l’ordinanza contro la prostituzione del sindaco Latini. La goliardia del presidente Lattanzi, uomo delle istituzioni, presidente della Provincia di Terni e sindaco del Comune di Guardea, svilisce la figura della donna. Chi ricopre incarichi di questo livello non si può permettere simili scivoloni. Sarebbe stato grave se questa vignetta fosse stata pubblicata da chiunque, ma l’episodio acquisisce una rilevanza diversa, perché a scherzare su un tema così sentito è chi dovrebbe rappresentare tutti i cittadini, ed in un certo senso dare anche il buon esempio. Non può esserci ‘cazzeggio’, citando Lattanzi, con allusioni o doppi sensi che mercificano il sesso femminile. Una brutta caduta di stile”, concludono le leghiste.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*