Perugia, Zona ZTL, residente centro storico riceve 30 multe da 91 euro ciascuna

Perugia, Zona ZTL, residente centro storico riceve 30 multe da 91 euro ciascuna

da Carmine Camicia
Perugia, Zona ZTL, residente centro storico riceve 30 multe da 91 euro ciascuna. A Perugia, come al solito, il periodo estivo riserva sempre sorprese agli automobilisti. Se qualche anno fa l’operazione estiva dei T-Red determinò migliaia di ricorsi agli organi preposti, poiché tutti consideravano che quella iniziativa dell’amministrazione comunale era finalizzata solo a far cassa. In questi giorni, ancora una volta durante il periodo estivo, l’amara vicenda si ripete, poiché stanno arrivando a casa dei residenti del Centro Storico, diverse centinaia di contravvenzioni, poiché gli stessi pur essendo residenti, avevano l’obbligo di rinnovare il permesso ZTL.

Tutti sanno che da parte del Comune, per il rinnovo, vi erano state delle proroghe, ma sembrerebbe che a nessuno sia stata comunicato, che il permesso doveva essere rinnovato entro e non oltre aprile 2018. Da stamani, come la volta precedente tantissimi cittadini, si sarebbero recati presso gli uffici del comune, portandosi dietro anche 30 contravvenzioni per una cifra di circa 3.000 euro.

Gli stessi hanno chiesto spiegazioni e soprattutto hanno chiesto la revoca delle sanzioni. Purtroppo come la volta precedente, la Polizia Municipale ha ribadito che solo gli organi preposti possono far decadere gli effetti sanzionatori. Lo scrivente ritenendo che da parte dell’amministrazione, ci voleva più attenzione e che ai residenti bisognava comunicare la data ultima per rinnovare il permesso, in quanto certamente inserire solo l’informazione sul sito del Comune potrebbe essere stata non sufficiente.

Per questi motivi, come in precedenza il sottoscritto ritiene di non lasciare soli i cittadini, dando seguito a diverse iniziative, come depositare subito un documento in Consiglio Comunale con il quale si chiede la revoca delle sanzioni in autotutela e in subordine, proporre un’azione multipla “Class Action” al fine di tutelare i diritti dei Perugini che con cadenza ciclica, potrebbero essere stati ancora una volta lesi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*