Calcio, il Grifo in 10 supera l’esame Ascoli

 
Chiama o scrivi in redazione


Da Carmine D’Argenio
Calcio, il Grifo in 10 supera l’esame Ascoli. Alla prima in casa campionato 2018/19 dalle prime fasi di studio in campo si capisce subito che quello del Perugia e’ 3-5-2 al cospetto del 5-3-2 ascolano.

© Protetto da Copyright DMCA

Maggior spinta viene da sinistra con compito affidato a Felicioli.

Ma è da destra che al 5′ giro di lancette Melchiorri stampa il pallone tra palo e schiena di Perucchini. Dove gli altri attendono l’esito, e’ Vido, terzo goal nelle uscite ufficiali, a leggerne lesto la possibilità di ‘irrompere’ in rete.

E gioia regalata al pubblico che a sua volta aveva regalato una coreografia pre gara in sintonia con le parole di Nesta, con muro biancorosso “ostile” per gli avversari.

Ed anche sul rettangolo di gioco, la prudente volontà del mister in sede di Conferenza di cercar di andare a prenderli alti, si tramutava in arrembante realtà sin da subito.

Come il campione del mondo andava su e giù per l’area tecnica, così i suoi fluttuavano brame verso la Curva Nord, sotto la quale stazionava Perucchini. L’esordio di Dragomir era fatto di palloni sradicati e forza nei rimpalli.

Al 38′ a metterci troppa forza nell’intervento su Beretta che gioca d’anticipo, è Ngawa, che si becca ammonizione, dalla cui punizione Cavion fa volare Gabriel.

L’altro esordiente, El Yamiq completava con buona lena la rinnovata catena di sinistra. Verre nel cerchio di centrocampo cercava i lanci.

A destra, per Mazzocchi che la spuntava inizialmente su Mustacchio, più blocchi bianconeri che l’allenatore di casa pure aveva messo in conto. Anche se il tiro cross più pericoloso veniva proprio dai suoi piedi prima di uscire nel secondo tempo.

Perucchini ripiegava a palmo di guantoni. Ed allora il buon gioco a destra veniva dal movimento di capitan Melchiorri ad indietreggiare, cercando gli strappi giusti per aprire la scatola difensiva a custodia del numero 22 tra i pali bianconeri.

Secondo tempo con la stessa celerità Luca Vido dimostra di aver fiuto e razza: fiuto del goal e razza dell’attaccante puro.

Al 3′ e’ di nuovo fatale: si rende falco su rinvio di Perucchini e si fa rimbalzare palla addosso ed il goal e’ la naturale conseguenza della caparbietà con una sfera davanti ai piedi. Doppietta Vido e Ascoli al tappeto.

La mossa Ninkovic per D’Elia operata da Vivarini non sortisce grandi spunti tecnici, perché la difficoltà sta nel costruire. Ed allora ci prova con Baldini a metter dentro una fonte di manovra, con i lanci validi mancati con il sostituito Frattesi.

È però ancora Nesta, prima di esser allontanato dal campo nei momenti convulsi che han portato anche al rosso diretto per Kingsley – che appena entrato impegna a pugni chiusi Perucchini e poi si fa cacciar fuori per Forbice da dietro al centro del campo sul suo dirimpettaio Zebli che di lì ad un minuto uscirà – ad aver ragione della chiave tattica del match. Partita chiusa con 5′ di recupero e rete annullata all’ ex Ardemagni per fuorigioco.

Nesta al 91′: “Alternativa a Bianco player per me si è Verre. Vido deve godersi il suo momento poi più avanti sarà la volta di Han e Melchiorri. Deve fare bene con noi per poi ritagliarsi la A. Falasco buonissima partita. Vorrei gestire meglio il possesso in futuro, anche se il carattere messo ci ha fatto rischiare pochissimo.”

Vivarini: “il Perugia ci ha aggredito con gran determinazione. La prestazione in se’ nostra non è stata da sconfitta. La stranezza degli episodi come il rimbalzo sulla schiena che va in porta hanno reso tutto in salita.”

Tabellino
Perugia-Ascoli 2 – 0

Perugia: Gabriel, Ngawa, El Yamiq, Cremonesi, Falasco, Dragomir (10′ St Bianco), Moscati, Verre (14′ St Kingsley), Mazzocchi (37′ St Mustacchio), Vido, Melchiorri. (A disposizione: Leali, Perilli, Felicioli, Sgarbi, Ranocchia, Bianchimano, Terrani, Han, Kouan. )
All. Nesta

Ascoli: Perucchini, Padella, Quaranta, Brosco, D’Elia (7′ St Ninkovic), Zebli (21′ St Casarini), Frattesi (15′ St Baldini), Kupisz, Cavion, Beretta, Ardemagni. (A disposizione: Lanni, Bacci, Valentini, De Santis, Ganz, Rossetti, Parlati, Addae, Valeau.)
All. Vivarini

Arbitro: Guccini Francesco (Albano Laziale)

Reti: 5′ pt e 3′ St Vido (P)

Note: espulsi l’allenatore del Perugia Nesta ed il numero 14 Kingsley. (P). Ammoniti: Ngawa (P), Gabriel (P), Zebli (A)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*