Avanti Tutta Onlus, cresce collaborazione con il rapper perugino Blind

Il fanclub del cantante perugino raccoglie fondi per l’associazione di Leo Cenci

Avanti Tutta Onlus, cresce collaborazione con il rapper perugino Blind

Il fanclub del cantante perugino raccoglie fondi per l’associazione di Leo Cenci

“Un grandissimo grazie a Blind, il cantante perugino protagonista dell’ultima edizione di X-Factor, e al suo fanclub, che hanno deciso di sposare la nostra causa e ci aiuterà a fare del bene e a lavorare per i malati oncologici, per le strutture sanitarie e per assicurare loro la massima assistenza”.
“Avanti tutta”, nella persona di Sergio Cenci, il padre del mitico fondatore Leonardo, accoglie con grande favore la collaborazione con Blind.
Sul sito www.blindofficialfanclub.it è attiva infatti la pagina ‘Dona’ attraverso la quale i fan del giovane umbro potranno fare donazioni alla realtà nata dall’idea di Leonardo Cenci che, con lo sport e la determinazione, è riuscito a strappare anni preziosi alla terribile diagnosi che i medici gli avevano riservato.
“La mission di Avanti Tutta – si legge nel sito – è quella di dare dignità ai malati di cancro, di promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il cancro, uno stile di vita corretto e sano e di favorire una campagna di solidarietà per acquistare materiale per il reparto di oncologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia”.
Un’attività che va avanti senza sosta e che, negli anni, ha permesso la donazione di centinaia di migliaia di euro per l’acquisto di attrezzature e borse di studio.
“Il banner per le donazioni sul sito del mio Fan Club – spiega Blind – è un piccolo gesto, ma spero possa dare un sostegno alla fondazione Avanti Tutta e quindi a contribuire a realizzare i sogni di Leo. Un grande abbraccio alla Famiglia Cenci e Avanti Tutta”.
Intanto è a pieno regime la macchina preparatoria degli Avanti tutta Days, la festa di sport, salute e solidarietà di Avanti tutta,  prevista per i prossimi 10, 11 e 12 settembre al Barton Park.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*