Il 9 luglio, Caritas Perugia-Città della Pieve presenta VI Rapporto su povertà

 
Chiama o scrivi in redazione


Il 9 luglio, Caritas Perugia-Città della Pieve presenta VI Rapporto su povertà

Se non ci fosse stata la pandemia, presumibilmente, i poveri sarebbero diminuiti

Il VI Rapporto curato dall’Osservatorio sulle povertà e l’inclusione sociale della Caritas di Perugia-Città della Pieve sarà presentato in conferenza stampa venerdì 9 luglio, alle ore 11.30, presso il “Villaggio della Carità-Sorella Provvidenza” di Perugia (via Montemalbe 1 – zona via Cortonese).

Si tratta di un interessante studio-ricerca del fenomeno con elaborazioni dati relativi all’anno 2020 e ai primi quattro mesi del 2021, la cui fonte principale è il Centro di ascolto diocesano Caritas, atteso anche da istituzioni e organizzazioni civili impegnate nel welfare.

L’Osservatorio sulle povertà, operante dal 2015, è diretto dall’economista Pierluigi Grasselli con l’ausilio di un’equipe di esperti, collaboratori, operatori e volontari Caritas tra cui Silvia Bagnarelli, assistente sociale e responsabile del Centro di ascolto diocesano, Alfonso Dragone, responsabile dell’Area progetti, Nicola Faloci, statistico, Fiammetta Marchionni, responsabile del Consultorio medico e Daniela Monni, già direttore di Caritas diocesana.

L’Osservatorio, nell’invitare gli operatori dei media all’incontro di presentazione del prossimo 9 luglio, dà una anticipazione dei contenuti del suo VI Rapporto: “Nell’ultimo anno e in particolare nei primi quattro mesi del 2021, si registra un incremento notevole di famiglie in gravi difficoltà non solo economiche, che, per la prima volta nella loro vita, hanno chiesto aiuto alla Caritas, metà delle quali italiane. Se non ci fosse stata la pandemia, presumibilmente, i poveri sarebbero diminuiti”.

Interverranno alla conferenza stampa il direttore della Caritas diocesana don Marco Briziarelli, il prof. Pierluigi Grasselli, lo statistico Nicola Faloci e saranno presenti alcuni membri dell’equipe dell’Osservatorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*