#TIPORTIAMOLUMBRIA: UNA OCCASIONE PER TRASCORRERE OGNI GIORNO, 50 SECONDI, VISITANDO VIRTUALMENTE ULIVETI, VIGNETI, ORTI, CUCINE, CANTINE UMBRE.

 
Chiama o scrivi in redazione


#TIPORTIAMOLUMBRIA

#TIPORTIAMOLUMBRIA: UNA OCCASIONE PER TRASCORRERE OGNI GIORNO, 50 SECONDI, VISITANDO VIRTUALMENTE ULIVETI, VIGNETI, ORTI, CUCINE, CANTINE UMBRE.

Un video contest per supportare nella comunicazione e nella promozione le aziende agricole, i frantoi, le strutture ricettive e i ristoranti umbri associati.


 

 


 

Le Strade del vino e dell’olio dell’Umbria, hanno dato vita al nuovo progetto di comunicazione turistico/enogastronomico/sociale dal titolo #tiportiamolumbria, una finestra sull’Umbria dell’olio, del vino, della ristorazione e della ricettività. Un video contest per supportare nella comunicazione e nella promozione le aziende agricole, i frantoi, le strutture ricettive e i ristoranti umbri associati.

LEGGI ANCHE: Le Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria capofila alla Fondazione “FICO” di Bologna

“Un messaggio di speranza dall’Umbria – spiega Paolo Morbidoni, Presidente del Coordinamento delle Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria – perché in campagna si continua a lavorare, perché la natura ci fa guadare al futuro, perché la primavera è arrivata, nonostante questo momento critico dovuto all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. La natura ci spinge a lavorare, seguendo i suoi ritmi, perché in campagna non ci si ferma, perché nei campi stanno terminando le potature prima che le piante inizino a germogliare, prima del risveglio. Questo video contest vuole essere una occasione per trascorrere ogni giorno, 50 secondi in Umbria, da casa, entrando anche solo virtualmente negli uliveti, nei vigneti, negli orti, nelle cucine, nelle cantine. Un caloroso invito a venire poi a conoscere queste realtà personalmente, appena sarà possibile.”

Il Video contest è partito venerdì 20 marzo, primo giorno di primavera; ogni giorno alle ore 15.00, nei canali social delle Strade dei vini e dell’Olio dell’Umbria (www.facebook.com/StradeVinoeOlioUmbria / www.instagram.com/stradevinoeolioumbria/), sarà possibile entrare nelle aziende agricole, negli uliveti, nelle cantine, nelle sale degustazioni umbre, attraverso i video realizzati da chi questi luoghi li vive quotidianamente.

Ogni azienda partecipante realizzerà un mini video “fatto in azienda”, che mostrerà uno spaccato dell’Umbria rurale; sarà un reportage della vita in campagna, di chi ci sta lavorando, dove il sole splende, dove i fiori sbocciano, come si stesse preparando ad una festa, quando però fuori tutto è fermo.

Il progetto #tiportiamolumbria è realizzato dal Coordinamento Strade Vino e Olio Umbria, in partnership con la Strada dell’Olio extravergine di Oliva dop Umbria, la Strada del Sagrantino, la Strada dei Vini Etrusco Romana, la Strada dei Vini del Cantico, la Strada dei Vini del Trasimeno e la Federazione Nazionale delle Strade dei Vini dell’Olio e dei Sapori d’Italia.

 


 

QUALCHE INFORMAZIONE SULL’ASSOCIAZIONE REGIONALE STRADE DEL VINO E DELL’OLIO DELL’UMBRIA:

Le Strade Vino e Olio Umbria nascono con la legge regionale nel 22 Dicembre 1999, n.38 in attuazione della legge 27 luglio 1999, n. 268 e degli artt. 22 e 24 dello Statuto, entrata in vigore il 15/01/2000 e modificata il 27/04/2000.
Le Strade del vino umbre sono quattro, suddivise per zona di produzione: Strada dei Vini del Cantico, Strada del Sagrantino, Strada dei Vini Etrusco Romana, Strada del Vino colli del Trasimeno.
La Strada dell’Olio e.v.o. Dop Umbria è una e rappresenta tutto il territorio regionale.

Le Strade rappresentano attualmente la più grande realtà associativa dedicata alla promozione dell’enoturismo e più in generale del turismo enogastronomico dell’Umbria per un totale di oltre 400 associati.
Strada dei Vini del Cantico: 140 soci
Strada dei Vini Etrusco Romana: 85 soci
Strada del Vino colli del Trasimeno: 40 soci
Strada del Sagrantino: 69
Strada dell’Olio DOP Umbria: 90

Il punto di forza delle Strade è quello di essere un network orizzontale che tiene insieme non soltanto il mondo della produzione di eccellenza (cantine, frantoi e aziende agricole), ma anche attività e servizi per il turismo (strutture ricettive, ristorative e aziende fornitrici di servizi).

Negli anni le Strade hanno accompagnato la crescita del fenomeno dell’enoturismo a livello regionale, garantendo servizi di accoglienza e di informazione turistica nei territori rurali, partecipando a fiere nazionali e internazionali di settore, svolgendo un’attività di supporto tecnico per i Comuni associati e di collaborazione con altre realtà associative del settore pubbliche e private, workshop rivolti alla stampa specializzata, wine e oil tour ed alimentando un flusso costante di informazioni attraverso i social media.

Dal 2008 sono riunite in un Coordinamento regionale che si attiva per la costruzione di progetti comuni, pacchetti turistici, sinergie operative in attività ed eventi, partecipazione a fiere.

Fonte: Ufficio Stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*