New Rambo e Cobra 7, 63 botti, oltre 3 kg di esplosivo, polizia denuncia 21enne

 
Chiama o scrivi in redazione


New Rambo e Cobra 7, oltre 3 kg di esplosivo, polizia denuncia 21enne

New Rambo e Cobra 7, 63 botti, oltre 3 kg di esplosivo, polizia denuncia 21enne

Nell’ambito delle attività finalizzate ad intensificare i controlli rivolti al corretto uso di prodotti esplosivi e al contrasto del fenomeno della vendita illegale, spesso anche attraverso compravendite online di giochi pirotecnici che viene effettuata come di consueto con l’approssimarsi delle festività dedicate all’arrivo del nuovo anno.

© Protetto da Copyright DMCA

Sono stati effettuati servizi di controllo, disposti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, da tutte le forze di Polizia.

La Polizia di Stato, attraverso il personale specializzato della Divisione P.A.S.I. – Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione in stretta sinergia con gli Agenti della Squadra Mobile della Questura ha proceduto, dopo un’intensa attività di indagine al sequestro di un ingente numero di così detti “pezzi” pirotecnici.

I prodotti esplodenti in questione conosciuti come NEW RAMBO e COBRA 7 sono stati trovati in possesso di un cittadino italiano di 21 anni il quale, dopo i dovuti accertamenti, è risultato privo delle necessarie abilitazioni.

63 artifici pirotecnici “NEW RAMBO” e 19 artifici “COBRA 7” per un peso complessivo di ben oltre 3 kg di esplosivo sono stati sottoposti a sequestro ed affidati in giudiziale custodia a personale tecnico autorizzato e specializzato che lo custodirà in locali idonei alla conservazione degli esplosivi

LEGGI ANCHE – Guardia di Finanza sequestra oltre 2 quintali di botti illegali a Città di Castello

Si tratta di esplosivi particolarmente pericolosi e dall’alto contenuto di polvere pirica la cui vendita è riservata a soggetti muniti di apposita licenza, per i quali il maneggio e l’accensione è riservata a persone munite della capacità tecnica prevista dalla legge e delle necessarie abilitazioni.

L’attività in questione è inquadrabile nell’ambito dell’azione preventiva posta in essere dalle Forze dell’Ordine finalizzata a prevenire gli ormai noti infortuni dovuti al maneggio degli esplosivi che ogni anno si contano e che ha permesso, almeno per quest’anno di evitare pericolosi incidenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*