Morto il professor Pio Buoncristiani, neurochirurgo per oltre 30 anni

Un eterno grazie al professor Pio Buoncristiani da un suo paziente, ora uomo adulto

Morto il professor Pio Buoncristiani, neurochirurgo per oltre 30 anni

Il professor Pio Buoncristiani, grande della neurochirurgia e neurotraumatologia umbra, è morto a 77 anni. Nel corso della sua carriera di oltre 30 anni ha effettuato oltre sei mila interventi chirurgici.

Fu allievo del professor Casotto che sostituii alla guida della Neurochirurgia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia per poi divenire direttore del Dipartimento di Neuroscienze. Gli ultimi anni della sua carriera furono impiegati al San Camillo di Roma alla direzione della Neurotraumatologia.

«Negli anni – scrive il collega Laurent De Bai Agenzia giornalistica Italia – si era cimentato prima sui traumi gravi del sistema nervoso e poi via via nelle tecniche più avanzate, secondo metodiche microchirurgiche e non invasive».

Il professor Pio Buoncristiani ha studiato e operato a lungo su tumori maligni e benigni di encefalo e midollo spinale (Meningiomi, Adenomi ipofisari, Neurinomi, Gliomi), nevralgia del trigemino, l’idrocefalo, gli aneurismi, gli angiomi e molto altro.

«Ci piace ricordarlo con le parole di chi lo ha conosciuto – scrive De Bai – e gli ha lavorato a fianco: “Quando arrivava lui e passava tra i letti, in corsia, i pazienti lo adoravano perché avevano una fiducia immensa. Sapeva dare speranza e non deludeva questa speranza, per tutto quello che poteva. Con la sua umiltà rimaneva con i piedi piantati a terra, trattando ogni paziente con una delicatezza e umanità estremi, nessuno era un numero per lui, aveva una parola buona, una parola di ottimismo e con una battuta di spirito risollevava anche gli animi più affranti. Il suo sorriso e la sua allegria erano contagiosi. Lo ricorderemo con estremo affetto e con gratitudine per tutto quello che ci ha insegnato, come medico e come uomo”».

Il professor lascia la moglie Rosaria Basile, e due figlie Chiara e Lucia. Chiara è una giornalista,  già caposervizio al quotidiano Libero e ora scrive per le Formiche.it . Mentre Lucia è un ingegnere delle telecomunicazioni e svolge la mansione di direttore di IT.

5 Commenti

  1. grandissimo medico ,posso solo ringraziarlo x l intervento fatto a me molto delicato e con le sue mani Ancor più delicate nel anno 204 ,questa notizia mi ha colpita al cuore abbiamo perso veramente un grande professionista…..le più sentite condoglianze alla sua famiglia

  2. Grande medico,dotato di una grande umanità e sensibilità, non smetterò mai di ringraziarlo, è stato dal 2004 sempre nel mio cuore ❤️ e lo sarà per sempre. Buon viaggio Prof. Sono molto dispiaciuta. un abbraccio alla sua famiglia.

  3. Una incolmabile perdita per la Neurochirurgia Italiana e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo sia come uomo gentile, umile e disponibile che come neurochirurgo preparato, instancabile ed esperto in tutti i campi della nostra difficile specialità.
    Sono orgoglioso di essere stato un suo allievo e di avere collaborato con Lui per molti anni e centinaia di interventi, sempre con ottimi risultati, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale, culturale e scientifico.
    Rimarrà per sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti.

  4. Ho perso un GRANDISSIMO AMICO che ho avuto l’onore di conoscere e frequentare. Il dolore che sto provando non riesco a descriverlo. Non ti dimenticherò mai e resterai per sempre nel mio cuore. Ti ha colpito un male tremendo ma quando ci sentivamo cercavi sempre un lato positivo ed io mi chiedevo come facevi.Eri un grande anche in questo. Ora vola in paradiso amico mio e spero che sia un arrivederci e sarà bello se un giorno ci incontreremo di nuovo. Voglio mandare un abbraccio alla tua Signora e alle tue figlie e un bacio ai tuoi nipoti di cui parlavi sempre con amore. Ciao, il tuo amico Pino Valentini.

  5. Se ne è andato un uomo e un Professore insostituibile.
    A mio marito ha salvato la Vita. Sempre disponibile e instancabile, paziente, amorevole, gentile e con una Umiltà senza eguali.
    Avrà sempre un posto speciale nel Nostro cuore.
    Faccia buon viaggio e che la Terra Le sia Lieve Professore.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*