Litiga con datore di lavoro e minaccia di uccidersi, succede a Umbertide

 
Chiama o scrivi in redazione


Arma in campo per contrastare il fenomeno giovanile del “binge drinking”

Litiga con datore di lavoro e minaccia di uccidersi, succede a Umbertide

© Protetto da Copyright DMCA

Era armato di due coltelli e ha minacciato di uccidersi. Un uomo di 55 anni di Umbertide si è barricato in casa, in via Montessori a Umbertide, minacciandosi di compiere l’estremo gesto. Il tutto è accaduto poco dopo le 18 di ieri. Più di due ore di trattative per cercare di convincere e far calmare l’uomo.

E’ intervenuto anche medico di famiglia. Inizialmente non ha permesso di avvicinarsi a nessuno, poi si è fatto disarmare da un carabiniere. I momenti di tensione sono stati tanti e da quanto appreso pare che l’uomo abbia avuto problemi lavorati, forse un litigio con il datore di lavoro. L’uomo ha riportato una lieve ferita da arma da taglio alla mano destra ed è stato preso in consegna dai sanitari che nel frattempo erano arrivati sul posto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*