Covid, Cardinale Gualtiero Bassetti, condizioni peggiorate, è ricoverato in ospedale

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid, Cardinale Gualtiero Bassetti, condizioni peggiorate, è ricoverato in ospedale

Covid, Cardinale Gualtiero Bassetti, condizioni peggiorate, è ricoverato in ospedale

Le condizioni del Cardinale Gualtiero Bassetti, positivo al coronavirus, peggiorano. L’Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, sabato mattina è stato trasferito presso l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. La positività al COVID-19 è stata riscontrata nei giorni scorsi. L’ambulanza è arrivata in piazza IV Novembre intorno alle nove e mezzo di ieri mattina e alle dieci e cinque ha varcato la porta del pronto soccorso.

Qui – fa sapere la Cei – verranno verificate e monitorate le sue condizioni di salute con probabile utilizzo di accertamenti strumentali e di una Tac. Il cardinale è stato sottoposto a ossigenoterapia e le sue condizioni – evidentemente peggiorate rispetto a tre giorni fa – sono costantemente monitorate dai medici. “Continuiamo a essere vicini al Cardinale Presidente – dichiara Monsignor Stefano Russo, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana –. Lo accompagniamo con la preghiera e l’affetto del Popolo di Dio, certi che il Signore non farà mancare la sua consolazione e il suo sostegno in questa prova”.

C’è il timore di un polmonite interstiziale per il capo dei vescovi italiani. L’ambulanza in piazza IV Novembre, non è passata inosservata. E’ risultato positivo anche l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delfini , che al momento è asintomatico e in quarantena secondo i protocolli.

E proprio venerdì in tarda serata Bassetti aveva diffuso un messaggio ai fedeli. Alla sua comunità diocesana il cardinale Bassetti ha scritto nella serata del 30 ottobre, in vista della solennità di Ognissanti, una lettera-messaggio dal titolo: «L’Eucarestia al centro della vita dei cristiani»

O Dio, Tu sei il mio Dio! All’aurora ti cerco! Di Te ha sete l’anima mia, a te anela la mia carne come terra deserta, arida e senz’acqua (Sal 62).

Questa notte, in sogno, mi sono ritrovato nel tempo in cui, in Seminario, avevo come Padre spirituale don Divo Barsotti. Egli mi insegnava a rivolgermi all’Onnipotente con queste parole fin dal mattino: «O Dio, Tu sei il mio Dio, all’aurora ti cerco».

Da quando sono in isolamento per la positività al Covid-19, ho la possibilità di comunicarmi ogni giorno nella mia camera, avendo portato una piccola pisside vicino alla porta della stanza. Era necessaria questa esperienza di malattia per rendermi conto di quanto siano vere le parole dell’Apocalisse in cui Gesù dice all’angelo della Chiesa di Laodicèa: «Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me» (Ap 3, 20).

L’Eucarestia, soprattutto in questo periodo così difficile, non può essere lasciata ai margini delle nostre esistenze ma dev’essere rimessa, con ancora più forza, al centro della vita dei cristiani. L’Eucarestia non è soltanto il Sacramento in cui Cristo si riceve – l’anima è piena di grazia e a noi è dato il pegno della gloria futura – ma è l’anima del mondo ed è il fulcro in cui converge tutto l’universo. In definitiva, l’Eucarestia è pro mundi salute, ovvero per la salvezza del mondo, e pro mundi vita, per la vita del mondo (Gv 6, 51).

Appresa la notizia del ricovero il presidente del Consiglio Comunale di Perugia Nilo Arcudi esprime vicinanza e sostegno al Cardinale a titolo personale ed in rappresentanza dell’intera Assise. Arcudi rimarca, tra le altre cose, la scelta di Bassetti di voler trascorrere la propria degenza insieme gli altri malati, evitando qualsivoglia trattamento di favore. “Pur in un momento estremamente complesso dal punto di vista della salute personale, Sua Eminenza ha dimostrato ancora una volta di essere vicino alla gente in continuità con i propri, importanti incarichi ricoperti a Perugia e presso la Cei. Un ulteriore segnale di sensibilità, umanità ed attenzione verso gli altri che contraddistinguono da sempre la figura di S.Em. Gualtiero Bassetti, cui ci stringiamo con affetto e cui vogliamo manifestare anche stavolta la nostra stima”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*