Cittadella giudiziaria Piazza Partigiani Perugia, avviato percorso progettazione

Cittadella giudiziaria Piazza Partigiani Perugia, avviato percorso progettazione “Quella di oggi è una tappa importante nel percorso, fortemente voluto da tutti i soggetti coinvolti, per la realizzazione della cittadella Giudiziaria a Perugia”: è quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e dall’assessore regionale alle opere pubbliche, Giuseppe Chianella che stamani ha sottoscritto al Ministero di Grazia e Giustizia il protocollo d’intesa per  la progettazione tecnica e lo studio di  fattibilità relativa agli interventi del compendio ottocentesto dell’area dell’ex Carcere di Perugia.

Tra i firmatari del documento, che impegna gli enti coinvolti nel reperimento delle risorse necessarie, oltre alla Regione Umbria, i Ministeri di Grazia e Giustizia e delle Attività culturali, l’Agenzia per il Demanio ed il Comune di Perugia.

Nel sottolineare l’importanza del protocollo Marini e Chianella ha evidenziato come “la realizzazione della Cittadella giudiziaria  di Perugia consentirà di ottenere risultati importanti. Da una parte – hanno sottolineato -, sarà possibile procedere alla piena riqualificazione e rifunzionalizzazione urbana di un complesso ottocentesco di proprietà del demanio di particolare rilevanza storica ed urbanistica, che costituisce un vero e proprio biglietto di ingresso della città storica. Inoltre – hanno concluso la presidente e l’assessore  – la realizzazione della Cittadella permetterà la riunificazione in un’unica area delle numerose sedi in cui si articola l’attività dell’amministrazione della giustizia del capoluogo regionale,  con ripercussioni positive sia per l’intero settore giudiziario che per la stessa utenza”.

LEGGI ANCHE: Il prossimo 2 maggio a Roma la firma del protocollo per la cittadella giudiziaria

   Secondo il documento ad un tavolo tecnico composto dai membri di tutte le istituzioni coinvolte spetterà  il compito di svolgere le attività utili agli approfondimenti tecnici sulla struttura e di individuare le soluzioni tecnico-economiche e i percorsi amministrativi propedeutici allo studio di fattibilità e progettazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*