Il Perugia esce sconfitto in casa contro l’Ascoli, 2 a 3 per i marchigiani 🔴


Il Perugia esce sconfitto in casa contro l’Ascoli, 3 a 2 per i marchigiani

Colpo dell’Ascoli che batte il Perugia al “Curi” per 3-2. Sono proprio i marchigiani a passare in vantaggio al primo affondo, con una conclusione a giro in area del bosniaco Saric che di sinistro manda la palla all’angolo alto più lontano. L’Ascoli va vicino al raddoppio con le conclusioni di Avlonitis, Bidaoui e ancora Saric, ma manca la precisione.



Così il Perugia cresce alla distanza. Nella quarta occasione creata in pochi minuti, arriva la rete del pareggio con Carretta, che sotto porta spinge in rete una palla respinta da Leali sul diagonale di Murano.



All’inizio della ripresa il Perugia si porta in vantaggio con Rosi, che sul passaggio di Falzerano colpisce con un diagonale imprendibile. L’Ascoli pareggia con un tiro di Saric da 25 metri con palla all’angolino e segna la terza rete con un rigore di Dionisi, concesso per un tocco di Falzerano sullo stesso Saric.

A Perugia, quindi, è stata la notte di Dario Saric, autore di due belle reti. Passano solo 4′ e da un pallone perso in da Burrai è nato il contropiede che ha portato al vantaggio bianconero, con una conclusione a giro di Dario Saric L’Ascoli, scrive PianetaserieB.it poi ha anche l’occasione per allungare subito le distanze con la conclusione di Avlonitis (9′). Falzerano suona la carica al 15′ con un tiro a giro che termina alto di poco. Alvini intuisce la difficoltà dei suoi e arretra Vanbaleghem nella mediana, con il francese che in fase di possesso scendere addirittura sulla linea dei centrali. Il Grifo strappa il pallino del gioco ed inizia a produrre occasioni. L’intesa tra Murano e Carretta porta al pareggio (22′): percussione in area e conclusione del primo, ribattuto vincente del secondo.



Nella seconda frazione il Perugia parte all’arrembaggio, spiega ancora PianetaserieB.it. Rosi regala il vantaggio ad Alvini con una fucilata ad incrociare su cui Leali non può nulla. Per il difensore è il primo gol in Serie B ed il terzo da grifone. Poi si sa: nel calcio basta un episodio per cambiare tutto. La difesa biancorossa concedere a Saric nuovamente l’occasione di provare la conclusione da fuori area. Il bosniaco non sbaglia e trova una realizzazione ancora più bella della prima. A chiudere i conti è Dionisi, che sa benissimo come colpire gli umbri. La sesta rete in otto scontri arriva su calcio di rigore. E’ il Var a decretare falloso il tocco di Falzerano su SaricBurrai e compagni cercano la reazione, ma non riescono a creare vere occasioni da gol.

E’ l’Ascoli alla fine a spuntarla, con il Perugia che alla seconda giornata impara la parola sconfitta. Gli uomini di Alvini ci hanno comunque provato fino alla fine fornendo una buona prestazione. Sorride Sottil ricordando che anche l’ultima volta al Curi era uscito da vincitore: ai play out salvando il Pescara.



Perugia – Ascoli 2-3
PERUGIA (3-4-2-1): Chichizola; Rosi, Angella, Dell’Orco; Falzerano (40′ st Manneh), Burrai, Vanbaleghem (34′ st Sounas), Lisi (34′ st Ferrarini); Carretta, Santoro (18′ st Gyabuaa); Murano (18′ st Bianchimano). A disp.: Fulignati, Moro, Righetti, Angori, Sgarbi. All.: Alvini.
ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto (42′ st Salvi), Botteghin, Avlonitis, D’Orazio; Saric (25′ st Eramo), Buchel (25′ st Caligara), Collocolo; Bidaoui; Dionisi (42′ st De Paoli), Fabbrini (31′ st Castorani). A disp.: Bolletta, Guarna, Tavcar, Quaranta, Splendhofer, Franzolini, Lico. All.: Sottil.
ARBITRO: Valeri di Roma 2 (assistenti Pagnotta-Gualtieri, IV ufficiale Feliciani. Var Sozzo-Tolfo)
MARCATORI: 4′ pt e 10′ st Saric (A), 22′ pt Carretta (P), 5′ st Rosi (P), 15′ st rig. Dionisi (A).
NOTE: Spettatori 3400 circa co oltre 300 tifosi dell’Ascoli. Ammoniti Burrai (P), LIsi (P), Buchel (A), Dionisi (A), Botteghin (A), Eramo (A). Angoli 1-4. Recupero pt 1′, st 5′.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*