Degrado e incuria, Perugia Social City, manca volontà di sanare

La nostra Associazione non ha risparmiato colpi e non ne risparmierà neanche in futuro, a chi, da qualunque parte della “barricata” politica si trovi, abbia delle responsabilità dirette o indirette

 
Chiama o scrivi in redazione


Degrado e incuria, Perugia Social City, manca volontà di sanare

Degrado e incuria, Perugia Social City, manca volontà di sanare

da Giampiero Tamburi
Perugia, Social City” è stata sempre presente, e tuttora lo è, dimostrandolo con documenti inequivocabili alla mano e negli ultimi tempi attraverso video la cui oggettività nulla e nessuno la può smentire, nel denunciare e porre in evidenza la mancanza di volontà nel sanare una parte essenziale della vita della città come lo può essere togliere il degrado e l’incuria in cui viene lasciata Perugia; specialmente per quanto riguarda lo stato di abbandono degli spazi verdi pubblici che, tra l’altro, insieme alla sicurezza ed altri aspetti necessari ed essenziali al buon vivere della collettività, sono stati oggetto di promesse di intervento nella campagna elettorale passata.

La nostra Associazione non ha risparmiato colpi e non ne risparmierà neanche in futuro, a chi, da qualunque parte della “barricata” politica si trovi, abbia delle responsabilità dirette o indirette sul non adoperarsi per cambiare sostanzialmente questo miserevole stato delle cose.

Non abbiamo risparmiato di denunciare colpe e ne le risparmieremo, alla maggioranza per la sua incomprensibile staticità come all’opposizione per la loro blanda battaglia di denuncia che, in definitiva, si ferma nel momento in cui dovrebbe, invece, essere più incisiva per raggiungere lo scopo.

Come un “mantra” ogni volta che ne abbiamo l’occasione, ci qualifichiamo come non appartenenti a nessuna ideologia ne a nessun partito politico ed è su questo punto di forza che poggiamo tutte le nostre possibilità di denuncia per cercare di cambiare in meglio la nostra comunità! Certo! Comprendiamo benissimo che è una posizione non molto favorevole non appartenere a qualche parrocchia politica e lo vediamo benissimo da come i cittadini rispondono al nostro lavoro; curiosi nel vedere come affrontiamo le questioni ma timorosi nell’esporsi in prima persona a darci la loro approvazione!

Da un punto di vista comprensibile ma, dal nostro, non condivisibile! Come i più attenti avranno notato, ci siamo presi un momento di riflessione ed abbiamo oscurato, per qualche tempo, le nostre pagine su Facebook. Certo è che la nostra pausa non l’abbiamo voluta per non disturbare le coscienze nelle prossime elezioni politiche nazionali: non crediamo di essere così influenti da condizionare la gente nel dove indirizzare il proprio voto(!)

Serve a noi solo per capire se, ancora, il gioco vale la candela e per dire alla gente che FB è anche qualcosa di diverso e di più utile che il contenitore dove mettere le nostre frivolezze quotidiane.

Giampiero Tamburi

(Coordinatore Perugia: Social City)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*