Crollo di Facebook? Pare proprio di sì per Aristofonte, ma che è?

Secondo gli analisti di Aristofonte.com l'esodo dal social network fondato da Mark Zuckerberg raggiungerà proporzioni enormi

Crollo di Facebook? Pare proprio di sì, così imparano, no?

Nel 2018 Facebook, in questi primi mesi del 2018, solo il 30per cento degli iscritti ha postato nuovi contenuti. Un calo notevole rispetto all’anno precedente. Il dato è diffuso da AJ-COM.NET – Ufficio Stampa per Imprese e Professionisti di Roma. 

Il fatto è che tutti i social stanno perdendo il favore dell’utenza. Una delle eccezioni si chiama Aristofonte.com, sito di incontri online dedicato alle donne che prediligono gli uomini più grandi di loro, che mantiene un buon interesse della maggior parte delle giovani italiane.

 

E sono proprio le più giovani a non considerare più Facebook come un social alla moda, mentre vengono sempre più attratte da siti che, come Aristofonte.com, consentono di trovare esperienza e sicurezza e -soprattutto- di relazionarsi quasi subito nella vita reale.

Presto dunque ci sarà la fuga da Facebook.

Secondo gli analisti di Aristofonte.com l’esodo dal social network fondato da Mark Zuckerberg raggiungerà proporzioni enormi: entro la fine del 2018 l’80% degli utenti abbandoneranno il loro profilo.

Una previsione condivisa anche dai ricercatori dell’Università di Princeton, secondo i quali il «fenomeno Facebook» è da equiparare ad una malattia: si diffonde rapidamente, ottiene un picco significativo di «infetti» e poi, una volta trovata la cura, si ritira rapidamente.

L’antidoto secondo i ricercatori risiede nel contatto tra un «malato» con un «non malato», il che farà progressivamente perdere interesse al primo nei confronti del social network. Così la progressione del minore interesse per Facebook diventerà in poco tempo esponenziale.

«La solitudine non si cura con la tecnologia ma anzi si acuisce. Costruire su un social una storia personale e un’identità fatta di foto, faccine e citazioni argute fa sentire perfino peggio» commentano i responsabili di Aristofonte.com che pongono nuovi e reali dubbi sull’efficacia del social network più famoso al mondo.

Ma perché proprio le più giovani preferiscono Aristofonte.com? Perché sono sempre più numerose le ragazze giovanissime attratte da uomini con il doppio dei loro anni. E la «caccia» si continuerà a fare sul web, dove sono oltre 200 mila le donne tra i 18 e i 29 anni che cercano un partner maturo, che dia loro sicurezza ed esperienza.

«Se una volta erano gli uomini più grandi a preferire le ragazze più giovani, oggi sono proprio le donne più giovani a scegliere uomini molto più grandi di loro per una storia d’amore o per un’avventura» raccontano i responsabili di Aristofonte.com.

Ma cosa cercano le giovani ragazze? Il 45% delle iscritte al portale cerca una storia d’amore seria, il 40% un’avventura e il 15% un’amicizia.

L’80% di loro cerca comunque un uomo più grande. «L’uomo maturo è più raffinato, ha vissuto il mondo un po’ di più, è di solito più colto e più istruito e può parlare con te di una pluralità di temi da cui imparare. I miei coetanei, invece, sono interessati solo al calcio, alla televisione e ai videogiochi» commenta una delle giovani iscritte al portale Aristofonte.com.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*