Violenza sulla volontaria umbra in Guatemala, condannato il frate

Violenza sulla volontaria umbra in Guatemala, condannato il frate

Violenza sulla volontaria umbra in Guatemala, condannato il frate

L’ex vicario provinciale dell’Ordine dei Francescani Minori è stato condannato a quattro anni e mezzo di reclusione. E’ imputato per presunte molestie ai danni di una giovane volontaria di una onlus, avvenute in Guatemala durante una missione del 2009. Quando, sia il religioso, sia la cooperante collaboravano a un progetto di aiuto per i contadini guatemaltechi.

La giovane volontaria che all’epoca viaggiava tra Guatemala e Nicaragua ha raccontato, in particolare, di essere stata costretta a subire atti sessuali da parte del frate e di averlo dovuto palpeggiare sopra al saio nelle parti intime.

Il frate si è sempre professato innocente anche se non è mai stato sentito formalmente dalla magistratura. Nel corso del processo sono stati sentiti in audioconferenza dal Guatemala alcuni testimoni che presero parte alla cena incriminata in cui il frate avrebbe approfittato della volontaria. Comprese alcune amiche della ragazza.

L’uomo le avrebbe toccato le parti intime, avrebbe anche «preso con forza la mano» della ragazza «mettendola sotto il saio», nonostante la presenza di altre persone.

L’avvocato Luca Gentili, difensore del frate, ha già annunciato che presenterà ricorso contro la sentenza del tribunale collegiale di Perugia. Intanto la parte civile verrà risarcita con una provvisionale immediatamente esecutiva di 25 mila euro.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
29 + 12 =