L’Umbria sul podio della guida agli Oli d’Italia 2021 del Gambero Rosso

 
Chiama o scrivi in redazione


Lorenzo Locci
Lorenzo Locci

L’Umbria si aggiudica le Tre Foglie, punteggio massimo, della 11° edizione della guida agli Oli d’Italia 2021 del Gambero Rosso:

© Protetto da Copyright DMCA

l’Extravergine migliore d’Italia è quello di Giano dell’Umbria (Pg) 

Selezione N. 6” dell’Agricola Locci 

Riconoscimento delle Due Foglie anche per il Monocultivar Moraiolo e per il Monocultivar San Felice, varietà identitaria del territorio di Giano dell’Umbria che prende il nome dall’antica Abbazia Benedettina 

Vista dell'Abbazia di San Felice dall'Agricola Locci di Giano dell'Umbria
Vista dell’Abbazia di San Felice dall’Agricola Locci di Giano dell’Umbria

Perugia, 8 aprile 2021 – Vengono svelati a poco a poco i Migliori Extravergini d’Italia selezionati dalla guida agli Oli d’Italia 2021 del Gambero Rosso che, in questa 11° edizione, vede l’Umbria sul podio nazionale grazie agli oli: Extravergine Selezione N. 6, Monocultivar Moraiolo e Monocultivar San Felice, prodotti dall’Agricola Locci di Giano dell’Umbria (Pg).

 

Sette Foglie sono i riconoscimenti assegnati ai nostri prodotti, alla nostra giovane azienda e al nostro piccolo territorio – commenta Lorenzo Locci, che a soli 24 anni, nel 2016, ha fondato l’Agricola Locci a Giano dell’Umbria – Tre foglie per il blend “Selezione N. 6” e due foglie ciascuno ai nostri Monocultivar Moraiolo e Monocultivar San Felice. Riconoscimenti importantissimi, che ci ripagano del lavoro, della ricerca, della costanza e dell’impegno “in campo” e in frantoio, e ci stimolano ancora a migliorare e crescere. Questo è il primo anno che controlliamo l’intera filiera infatti, da ottobre scorso abbiamo messo in funzione il nostro frantoio di ultimissima generazione, a ciclo continuo ed estrazione a freddo realizzato per molire soltanto le nostre olive”.

Tre foglie Selezione N. 6
Tre foglie Selezione N. 6

A ricevere il riconoscimento delle Tre Foglie, punteggio massimo assegnato dalla prestigiosa guida del Gambero Rosso, il “Selezione N. 6un blend di sei cultivar: moraiolo, San Felice, frantoio, leccino, pendolino e tendellone; prodotto per la prima volta questo anno in edizione limitata, intorno alla fine di ottobre 2020. Il Selezione n. 6 è frutto di un lavoro accuratissimo: il censimento delle differenti varietà di piante di olive, la raccolta differenziata per varietà, la molitura separata, adattando il frantoio ai diversi tipi di olive, come dovessero servire alla produzione di oli monovarietali. Una volta ottenuti, gli oli, sono poi stati miscelati da Lorenzo fino ad ottenere il premiato Tre Foglie, un olio e.v.o. equilibrato ed elegante dai sentori erbacei.

Premio 2 foglie Monocultivar Moraiolo
Premio 2 foglie Monocultivar Moraiolo

Due foglie sono invece state assegnate ai due monovarietali: il Monocultivar Moraiolo, fatto con olive di solo moraiolo, raccolte nelle due ultime settimane di ottobre, è un olio dal sapore fruttato molto intenso, erbaceo, con note balsamiche e sentori di amaro e piccante molto persistenti; ed il Monocultivar San Felice, un olio che evidenzia l’erbaceo, il fruttato, con tratti di amaro e piccante ed un importante sentore di foglie di pomodoro; un olio particolarissimo, prodotto nella prima decade di ottobre con le olive raccolte dagli olivi secolari di San Felice, cultivar tipica del territorio di Giano dell’Umbria, nel cuore dei Colli Martani sottozona della Dop Umbria. La varietà San Felice prende il nome dall’Abbazia di San Felice, gioiello del territorio, dove i monaci benedettini, affiancarono alla loro sapiente attività intellettuale e di preghiera, quella della coltivazione dell’olivo, arricchendola della nuova varietà, “il dolce San Felice”, che Lorenzo Locci utilizza per produrre il suo monovarietale.

Premio 2 foglie Monocultivar San Felice
Premio 2 foglie Monocultivar San Felice

 

L’Agricola Locci di Giano dell’Umbria (Pg) 

L’Agricola Locci, fondata da Lorenzo Locci nel 2016, a soli 24 anni, coltiva 8000 olivi, nel territorio della Dop Umbria sottozona dei Colli Martani, tra Giano dell’Umbria, Montefalco e Bevagna. Lavora le proprie olive nel frantoio di proprietà, inaugurato nell’ottobre 2020, un frantoio di ultimissima generazione, a ciclo continuo ed estrazione a freddo che frange cinque quintali di olive l’ora, con la particolarità unica delle gramole verticali tipiche del frantoio Mori. L’Azienda si trova a pochi chilometri dal centro storico del piccolo borgo di Giano dell’Umbria (Pg), sulla sommità di una collina, proprio di fronte all’Abbazia di San Felice che dà il nome alla cultivar tipica del luogo. Lorenzo è la mente e la forza di questa azienda che sta investendo in tecnologia e in qualità. Il risultato del costante impegno sono 6 prodotti eccezionali: Primolio, un e.v.o. non filtrato fatto con olive raccolte a fine settembre, disponibile fino al 31 ottobre di ogni anno; il Dop Umbria Colli Martani “Tenute Santa Chiara” fatto con olive di moraiolo, frantoio e leccino, raccolte solo negli oliveti di Montefalco da cui il nome di Santa Chiara; “I sette feudi” un delicato blend di moraiolo, leccino, frantoio e San Felice, che prende il nome dai 7 feudi in cui anticamente era diviso il territorio di Giano dell’Umbria e dove ancora insistono i sette castelli; oltre ai vincenti Monocultivar Moraiolo, Monocultivar San Felice e  il Selezione n. 6.

I prodotti dell’Agricola Locci possono essere degustati presso l’Olio Bistrot e shop aziendale, nel centro storico di Montefalco (www.agricolalocci.it ).

 

Michela Federici

 

LEGGI ANCHE: Strada dell’Olio Dop Umbria: cresce la proposta per oleoturismo di qualità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*