Perugia, nasce la Fondazione collezione Bernardini

La fondazione custodirà e valorizzerà un patrimonio di strumenti musicali

Perugia, nasce la Fondazione collezione Bernardini

La fondazione custodirà e valorizzerà un patrimonio di strumenti musicali

Con un concerto nella splendida cornice della Basilica di San Pietro si presenta alla città di Perugia la Fondazione Collezione Bernardini.


Fonte Fondazione Collezione Bernardini


L’appuntamento è per il 2 ottobre, alle ore 21,00, presso il complesso monumentale di San Pietro, con un concerto per Viola da gamba e Voce. Due artisti di fama internazionale, PHILIPPE PIERLOT e CÉLINE SCHEEN hanno voluto accompagnare la presentazione della nuova Fondazione, che nasce a Perugia con l’intento di promuovere la cultura musicale, custodendo e valorizzando il patrimonio di strumenti musicali già di proprietà del M° Bernardini, appassionato musicista e docente.

Il Concerto “Dolcissimo Sospiro” vuole essere un momento di festa e la presentazione di un impegno, perché anche nella nostra città la musica sia cultura di alto livello e il suo studio possa essere davvero aperto a tutti i talenti.

Per questo, fra le prime azioni della neonata Fondazione, sarà promossa una borsa di studio, mentre già si lavora per l’apertura di una mostra con alcuni dei pezzi più interessanti della collezione.

Prima del concerto ci sarà la presentazione della Fondazione, con l’introduzione di Isabella Giovagnoni, gli interventi di Daniele Gambacorta, CdA Fondazione Collezione Bernardini, Luigi Mercuri, C.E.O. 20Evènti e Fabrizio Lepri della Scuola di Musica di Fiesole. Porterà i saluti Daniele Bernardini, Presidente Fondazione Collezione Bernardini.

Il concerto

Il programma musicale dal titolo “Dolcissimo Sospiro” sarà incentrato su compositori italiani e inglesi attivi nella prima metà del XVII sec, evidenziando gli influssi del repertorio italiano nello sviluppo della musica inglese. Sarà eseguito dal prestigioso Ensemble “Ricercar Consort”. Tra gli esecutori saranno presenti il direttore nonché famosissimo Violista Philippe Pierlot e la celebre cantante Céline Scheen.

Gli Artisti

Philippe Pierlot è nato a Liegi (Belgio) nel 1958. Autodidatta alla chitarra e al liuto, ha rivolto la sua attenzione alla viola da gamba, che ha studiato con Wieland Kuijken e divenendo un esecutore di fama mondiale.  È il direttore del Ricercar Consort, e dedica gran parte della sua opera al repertorio seicentesco, nel quale ha offerto al pubblico la possibilità di scoprire molti compositori e opere di grande valore artistico. Il suo repertorio comprende anche opere contemporanee, alcune delle quali gli sono state dedicate, ed è uno dei pochi interpreti a suonare il baryton (uno strumento ad arco simile alla viola, in uso in Europa fino alla fine del XVIII sec.), strumento oggi poco conosciuto per il quale Haydn ha composto quasi 150 opere.

Ha curato e ripreso numerose opere, tra cui Il Ritorno d’Ulisse di Monteverdi (dato al Théâtre de la Monnaie di Bruxelles, al Lincoln Center di New York, all’Hebbel-Theater di Berlino e al Festival di Melbourne, tra le altre sedi) e il Sémélé di Marin Marais (che non veniva rappresentata da 300 anni) e per la quale ha composto alcune parti mancanti, e anche la Passione di San Marco di Bach. Numerose le sue registrazioni, fra le più recenti per viola da gamba sono state dedicate a Santa Colombe.

Insegna al Conservatorio Reale di Bruxelles e nella sua città natale Spa, organizzando masterclass e seminari, oltre a concerti per giovani artisti.

Céline Scheen, nata nel 1976 a Verviers, è un soprano classico belga. Scheen ha iniziato i suoi studi vocali con Annie Frantz. Nel 1996 entra alla Royal Academy of Mons e ottiene il Primo Premio nella classe di Marcel Vanaud. Ha poi conseguito una laurea in canto e metodologia del canto presso l’Accademia Reale di Bruxelles. Nel 1998 ha ottenuto la borsa di studio di Nany Philippart con la Chapelle musicale Reine Élisabeth. Per due anni ha lavorato nella classe di Vera Rózsa alla Guildhall School of Music di Londra, dove ha conseguito un diploma avanzato in performance vocale. Tiene anche masterclass con Jean-Paul Fouchécourt, Monique Zanetti e Helmut Deutsch. Scheen è stata membro del World Youth Choir dal 1994 al 1996, che le ha permesso di esibirsi in America Latina, Canada, Estonia, Lettonia, Finlandia e Svezia. È stata tra i solisti invitati ad esibirsi all’Abbaye aux Dames durante il Festival de Saintes.

Ricercar, cercare, è stato il motto di fondo del Ricercar Consort sin dalla sua fondazione.

Fu nel 1985, con l’offerta musicale di J. S. Bach, che l’ensemble fece il suo primo tour di concerti, avendo già acquisito una solida reputazione internazionale con le sue registrazioni, in particolare nelle cantate barocche tedesche e nella musica strumentale.

Oggi, sotto la direzione di Philippe Pierlot, il Ricercar Consort continua ad esplorare il repertorio barocco, dalla musica da camera all’opera e all’oratorio, e ad affascinare gli amanti della musica con esecuzioni profonde e rigorose.

Da citare alcune registrazioni dell’ensemble per Mirare Productions, Magnificat di Bach, Cantate di Natale e Offerta Musicale, Musica Consort Italiana per Viole e Soprano, Pergolesi Stabat mater, Membra Jesu Nostri (Buxtehude)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*