Primi d'Italia

Incendio di Moiano, continua l’opera di bonifica dei vigili del fuoco [VIDEO]

Sempre nella notte è stato domato l’incendio divampato sabato alle pendici del monte Subasio

Incendio di Moiano, continua l'opera di bonifica dei vigili del fuoco
Foto Alex Visani

Incendio di Moiano, continua l’opera di bonifica dei vigili del fuoco

CITTA’ DELLA PIEVE – L’incendio di Moiano, in località Le Coste, frazione di Città della Pieve, è stato spento. Sul posto continua l’opera di bonifica da parte delle squadre dei vigili del fuoco e dell’agenzia forestale.  Sul luogo, fanno sapere i vigili del fuoco, ci sono state diverse l’esplosioni tra bombole GPL e vecchi  ordigni bellici risalenti alla Seconda Guerra mondiale. Le fiamme hanno avvolto querce, cipressi e pini, allargandosi a macchia di leopardo su tutta la collina, spinte da un forte vento, e minacciando più di un casolare. Durante l’incendio erano presenti anche carabinieri e altre forze volontarie, che hanno provveduto a proteggere le abitazioni dove c’erano le persone.

Le fiamme sono state domate solo nella notte tra sabato e domenica: all’appello risulta andata in fiamme un’auto, evacuate le case vicine e addirittura qualcuno è finito intossicato all’ospedale. In tutto sono stati impegnate una trentina di persone a terra e in più c’è stato l’intervento molto importante di un canadair.

Fiamme anche lungo la ss 317 a Marsciano. Un incendio è divampato nel tardo pomeriggio di sabato nelle vicinanze del fiume Nestore, a pochi passi dal centro abitato. Nella notte è stato domato l’incendio divampato sabato alle pendici del monte Subasio, sul versante di Spello.

Ieri la giornata si era aperta con un intervento a Gubbio, dove intorno alle 7 lungo via Socrate un’auto è andata a fuoco. Determinante appunto l’intervento dei Vigili del fuoco del distaccamento eugubino per sedare le fiamme. Interessata un’autovettura Ford sostitutiva. Il fatto non è passato inosservato, perché l’area era non distante dal paddock del Trofeo Luigi Fagioli.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*