Trema la terra, magnitudo 3.4, due scosse di terremoto epicentro a Costacciaro

Trema la terra, magnitudo 3,4, due scosse di terremoto epicentro a Costacciaro
Padre Martino Siciliani

Trema la terra, magnitudo 3.4, due scosse di terremoto epicentro a Costacciaro Ore 16,30, quando la terra ha tremato. «Gli strumenti – dice Padre Martino Siciliani dell’osservatorio sismologico “Andrea Bina” di Perugia – hanno rilevato una scossa esattamente alle 16,31. L’evento – aggiunge – si è protratto per alcuni secondi». Nessuno risponde al numero della sala operativa dei Vigili del fuoco di Perugia. Il terremoto sarebbe stato avvertito con maggiore forza lungo la fascia appenninica. Nessuna comunicazione ancora dall’Ingv di Roma, l’Istituto di geofisica e vulcanologia. “E’ una struttura sismotettonica – dice – un po’ a sé stante e non è collegata con i grandi eventi sismici della Valnerina e speriamo sia isolata. Ho cambiato le carte – avverte l’esperto – e aumentato la sensibilità degli strumenti, continuerò a controllare”. In realtà, stando a quanto comunica il sito dell’Ingv, le scosse sono state due. 

La prima, la più forte alle 16,30 (3.4) e subito dopo un’altra da 2.1, sempre a 5 chilometri da Costacciaro.

«Per quando ne sappiamo noi – riferiscono i Vigili del fuoco del comando provinciale di Madonna Alta di Perugia – non ci sono danni di sorta. Abbiamo, sì, ricevuto tante telefonate di richiesta di informazioni, ma niente di più».

Speriamo, quindi, come dice padre Martino Siciliani che si tratti di “un paio di eventi isolati”.

+++ aggiornamento +++

Il sisma è stato localizzato ad otto chilometri di profondità.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*