Primi pazienti all’ospedale da campo, accolti 8 positivi al Covid 📸 FOTO

 
Chiama o scrivi in redazione


Primi pazienti all’ospedale da campo, accolti 8 positivi al Covid

Primi pazienti all’ospedale da campo, accolti 8 positivi al Covid

L’ospedale da campo della Regione Umbria realizzato con risorse della Banca d’Italia e collocato a ridosso del Santa Maria della Misericordia di Perugia è stato aperto ufficialmente da ieri mattina ed è già pieno. I pazienti ricoverati, infatti, sono otto. Arrivati arrivati in ambulanza e che vanno ad aggiungersi ai 126 ospedalizzati nei reparti. L’apertura ufficiale è avvenuta a metà mattinata di ieri e la struttura sarà usata come «Osservazione breve intensiva» (Obi) del pronto soccorso per pazienti acuti Covid. Nello specifico la struttura dispone di 10 posti di degenza ordinaria, 12 di terapia subintensiva e 8 di terapia intensiva.

© Protetto da Copyright DMCA

“Si tratta dunque di uno spazio nel quale il paziente viene controllato ed eventualmente stabilizzato per far sì che nelle 24 ore successive sia ricoverato o dimesso” – così come ha detto – Paolo Groff – direttore del Dipartimento di Emergenza nonché primario del Pronto Soccorso ospedaliero al quale è stata affidata la guida della struttura. L’ospedale da campo sarà coordinato dalla posizione organizzativa infermieristica, dottoressa Monia Ceccarelli. I posti letto sono dieci ma potranno aumentare, se necessario, fino a 22 e verranno utilizzati con la collaborazione dell’organico del pronto soccorso e chirurghi di medicina d’urgenza.

La decisione di attivarlo è arrivata “dopo un’attenta analisi della situazione e delle opportunità migliori al momento”. Lo aveva annunciato nel corso di una video conferenza stampa il direttore generale dell’Azienda ospedaliera perugina, Marcello Giannico, illustrandone le caratteristiche e le modalità della struttura da campo. Spazi che quindi sono stati ridisegnati, come ha spiegato Giannico, anche “per diversificare il percorso sporco da quello pulito, risolvendo quindi un problema strutturale di separazioni in fase di ricovero, permettendo pure un migliore flusso delle ambulanze”.

Per quanto riguarda i dati aggiornati: Continua ancora la discesa degli attualmente positivi in Umbria e tornano sotto a 500 i ricoverati Covid negli ospedali oggi 493, 17 in meno di ieri secondo i dati aggiornati dalla Regione alla data del 10 marzo. Nelle terapie intensive si trovano 80 pazienti, uno in più.

Record di guariti, 517 nell’ultimo giorno. Gli attualmente positivi, 6.640, 230 meno di ieri. I nuovi positivi sono stati 296 e nove i morti (1.126 in totale). I tamponi analizzati sono stati 3.977 e i test antigenici 2.852. Il tasso di positività sul totale è del 4,3 per cento (ieri 2,7) e del 7,4 per cento sui soli molecolari (ieri 4,87).

I comuni che ancora hanno un alto numero di contagi covid a tre e quattro cifre sono Assisi (297 in discesa), Bastia Umbra (206 in discesa), Città di Castello (431 in discesa), Foligno (849 in discesa), Fuori regione (722 in salita), Gubbio (109 in salita), Marsciano (150 in discesa), Nocera Umbra (111 in discesa), Orvieto (131 in salita), Perugia (929 in discesa), San Giustino (128 in discesa), Spello (176 in discesa), Spoleto (283 in salita), Terni (482 in salita), Trevi (94 in discesa) Umbertide (129 in salita).



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*