Conferenza episcopale italiana, sessione invernale del Consiglio Permanente

Conferenza episcopale italiana, sessione invernale Consiglio Permanente


Da lunedì 20 a mercoledì 22 gennaio si svolgerà a Roma, presso la sede della CEI (Circonvallazione Aurelia, 50), la sessione invernale del Consiglio Episcopale Permanente. Dopo l’Introduzione del Cardinale Presidente Gualtiero Bassetti – che sarà inviata ai giornalisti accreditati – i lavori prevedono la scelta del tema principale dell’Assemblea Generale di maggio e l’esame della bozza degli Orientamenti pastorali della Chiesa italiana per il quinquennio 2020-2025.
All’ordine del giorno del Consiglio, poi, un aggiornamento circa le attività del Servizio Nazionale per la tutela dei minori, le indicazioni per l’elaborazione delle relazioni quinquennali sull’attività delle Commissioni Episcopali e sul rinnovo dei loro Presidenti e i criteri di aggiornamento delle Convenzioni per fidei donum e sacerdoti stranieri in Italia.
Il Consiglio si soffermerà, infine, sull’Incontro di riflessione e spiritualità Mediterraneo, frontiera di pace (Bari, 19-23 febbraio 2020): verranno illustrati i contenuti e si farà un punto sulla preparazione e sull’organizzazione dell’evento, che verrà chiuso domenica 23 febbraio dalla celebrazione eucaristica presieduta da Papa Francesco.
Giovedì 23 gennaio, alle ore 11, nella Sala Marconi di Palazzo Pio (Piazza Pia, 3), il Segretario Generale, Mons. Stefano Russo, illustrerà in conferenza stampa il Comunicato finale.
Fotografi e operatori tv, accreditati presso la CEI, che intendono effettuare riprese durante l’Introduzione del Cardinale Presidente devono inviare richiesta a: media@chiesacattolica.it.
I giornalisti e gli operatori media che desiderano partecipare alla conferenza stampa del 23 gennaio devono inviare richiesta alla Sala Stampa della Santa Sede, esclusivamente attraverso il sistema di accreditamento online, all’indirizzo: press.vatican.va/accreditamenti.
Tutte le richieste dovranno pervenire entro 48 ore dall’evento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*