Visita ministro Speranza in Umbria, il commento del deputato Pd Walter Verini

 
Chiama o scrivi in redazione


Verini e Gallinella: "Vicini a Bianconi e alla sua serietà"

Visita ministro Speranza in Umbria, il commento del deputato Pd Walter Verini

Sulla visita del Ministro della Salute Speranza in Umbria ho letto commenti di sapore propagandistico di esponenti e parlamentari della destra. Commenti del tutto fuori luogo. Come se una visita istituzionale, una ricognizione diretta del Ministro della Salute in una regione piegata dalla pandemia potesse essere letta in chiave di sostegno o appoggio politico. Suvvia, un po’ di senso della misura e della realtà.

© Protetto da Copyright DMCA

La verità è che il Ministro della Salute ha ritenuto giustamente di toccare da vicino una regione con l’acqua alla gola dal punto di vista dei contagi, dei ritardi sulle vaccinazioni, della situazione ospedaliera, delle terapie intensive, del personale sanitario. Una situazione fuori controllo, che il Ministero e il Ministro hanno sempre monitorato, in uno spirito – ovviamente – di collaborazione. Come si deve fare. Chi attribuisce significati “politici” a questa visita prende un grande abbaglio. Chi scambia il giudizio di “prezioso lavoro” sulle varianti del Covid come un assist politico mistifica sapendo di mistificare. Io credo che la pandemia abbia colto tutti di sorpresa, nel mondo, in Europa, in Italia. E che la situazione sia ancora drammatica. E che, in questo quadro, la situazione umbra sia più grave di quella di altre realtà. E’ evidente come in questi mesi chi guida la Regione abbia compiuto errori seri. E’ sotto gli occhi di tutti il drammatico ritardo sul tema del personale o le negligenze nella gestione delle stesse situazioni ospedaliere, sullo stesso piano vaccini.

Così come è stato miope, prima che inaccettabile, aver dato più che l’impressione di lasciare soli i sindaci, in trincea nell’affrontare le emergenze sanitarie e sociali. Potremmo continuare. La Presidente Tesei, che in Conferenza Regioni ha trovato nel Governo precedente e nel Ministro confermato Speranza interlocutori istituzionali corretti e collaborativi, ha chiesto aiuto al Governo, e Speranza è venuto a darlo, in termini di sostegno concreto su personale, risorse umane e materiali, vaccini, stretta attenzione sullo studio delle due varianti. Lo ha fatto per i cittadini, non per uno schieramento politico. Per questo è necessario che questa Giunta regionale sia all’altezza di questo terribile momento. Per esempio accogliendo ( come rarissime volte, forse mai, è stato fatto in questo anno terribile ) le proposte concrete del gruppo del PD e degli altri gruppi di minoranza. Sono proposte serie, costruite con gli operatori sanitari allo stremo, con le forze che li rappresentano. L’occasione del Consiglio Regionale sulla situazione sanitaria è quella giusta. Non farlo sarebbe davvero incomprensibile e poco responsabile”.

Walter Verini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*