Decreto sisma, Bianconi, ecco la differenza tra governare e twittare slogan

 
Chiama o scrivi in redazione


Ricostruzione, Bianconi, basta chiacchiere da bar, un dossier per ripartire

Decreto sisma, Bianconi, ecco la differenza tra governare e twittare slogan

“Il decreto sisma è realtà: ecco la differenza tra governare per risolvere i problemi delle comunità e twittare slogan buoni solo per alimentare odio e divisioni. Oggi, grazie all’impegno di chi si è battuto sul territorio e nelle istituzioni, tra le persone e con le persone, i terremotati della Valnerina, insieme a quelli di Marche, Lazio e Abruzzo, hanno una risposta.

Le ritenute fiscali, i contributi previdenziali e assistenziali e i premi per l’assicurazione obbligatoria dei terremotati del centro Italia vengono abbattute del 60% e il restante 40% potrà essere rateizzato in 10 anni; vengono estese le misure di ‘Resto al sud’ alle zone del sisma con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per attività imprenditoriali; sono previsti contributi a fondo perduto anche in favore delle imprese agricole nei comuni del cratere; attraverso l’autocertificazione sarà possibile accelerare le pratiche per la ricostruzione privata e pubblica; i professionisti potranno vedersi anticipato il 50% dei compensi; gli enti locali possono prorogare i mutui.

Ringrazio i cittadini, i professionisti, i volontari, i sindaci che si sono impegnati per arrivare a riempire di contenuti questo decreto, i parlamentari che se ne sono fatti portavoce, il Governo per aver risposto con misure concrete”. Così, in una nota, il candidato presidente della Regione Umbria Vincenzo Bianconi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*