Questa è la primavera, da mercoledì fino al weekend temporali

Questa è la primavera, da mercoledì fino al weekend temporali

Questa è la primavera, da mercoledì fino al weekend temporali

Stiamo vivendo una Primavera davvero movimentata dal punto di vista meteo climatico. Siamo passati infatti da una fase mite e tranquilla ad una fortemente instabile e decisamente fredda per la stagione. Le notizie, per altro, non sono delle migliori in quanto anche nei prossimi giorni ci sarà parecchio movimento dal punto di vista meteorologico. L’Italia sarà nuovamente il BERSAGLIO principale di perturbazioni con TEMPORALI e GRANDINE. Vediamo di capire cosa succederà nei prossimi giorni.

Dopo un’effimera breve TREGUA di Martedì 7 Maggio in cui la configurazione generale sarà rivolta ad un deciso miglioramento grazie all’alta pressione di matrice sub-tropicale, successivamente è atteso un netto peggioramento.

ITALIA SENZA PACE, BERSAGLIO di TEMPORALI e GRANDINE. Fra Mercoledì 8 e Giovedì 9 invece, ecco che torneranno i guai. Una nuova perturbazione atlantica si preparerà a riportare un bel tappeto di nubi minacciose sulle regioni settentrionali dove torneranno a cadere piogge sparse e locali temporali, anche con gradinate. Qualche nevicata a tratti copiosa tornerà a visitare l’arco alpino seppur a quote un po’ più alte dei giorni precedenti, sui 1200m, e in ogni caso pur sempre molto più basse del normale. Ma l’intraprendenza di questo nuovo fronte perturbato, lo porterà ad invadere anche i cieli della Toscana, dell’Umbria e delle Marche raggiunte anch’esse da qualche pioggia sparsa. Su queste zone le temperature torneranno più fresche; Bel tempo e caldo in aumento sul resto del Paese specie al Sud.

IN SEGUITO FINE SETTIMANA – Dopo la parziale pausa di Venerdì 10 Maggio, proprio a cavallo del successivo weekend, arriverà un’altra dispettosa perturbazione pronta a rovinarci i nostri progetti. Colpito sarà soprattutto il Nord Est nella giornata di Sabato 11 con piogge e anche temporali e tanta neve a 1400m circaDomenica 12 la perturbazione insisterà ancora sul Nord Est con neve A 1300m, ma scivolerà molto rapidamente verso le regioni adriatiche e il Sud dove il tempo andrà peggiorando sensibilmente con l’arrivo di importanti piogge, temporali ed un generale calo delle temperature e fiocchi di neve pure in Appennino oltre 1600m.

Fonte: ilmeteo.it

Rassegna stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*