Sparò carabiniere a Terni e ferì altri agenti, condannato a 6 anni

 
Chiama o scrivi in redazione


Sparò carabiniere a Terni e ferì altri agenti, condannato a 6 anni

Sei anni di reclusione e interdizione dai pubblici uffici per cinque. E’ la condanna a carico del 33enne di origine dominicane che la mattina del 22 luglio 2019 in via Curio Dentato, all’altezza della rotatoria fra via della Bardesca e via Dario Chiesa sparò ai piedi un appuntato scelto dei carabinieri del Nor di Terni. Altri tre uomini delle forze dell’ordine che erano con lui avevano riportato lesioni più e meno gravi.

I fatti si erano scatenati a seguito di un banale controllo operato nei confronti del 33enne che, sotto l’effetto di stupefacenti, non aveva esitato a reagire con violenza, costringendo
più pattuglie ad intervenire.

Il 33enne, durante la colluttazione riuscì a sottrarre la pistola ad un agente di polizia, sparando 5 colpi, due dei quali avevano centrato l’appuntato scelto ai piedi.

L’uomo era difeso dall’avvocato Gianluca Muzi. Le altre persone aggredite si erano costituiti come parte civile nel processo ed erano assistiti da Federica Sabbatucci (carabiniere ferito), Loris Mattrella (il secondo carabiniere) e Massimo Proietti (i due agenti della polizia). Nel processo figuravano, come parti civili, anche i ministeri della Difesa e dell’Interno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*