Spaccio e detenzione di stupefacenti, la squadra volante arresta un cittadino straniero

Polizia controlla alberghi e case in disuso di Perugia, rintracciare due persone

Spaccio e detenzione di stupefacenti, la squadra volante arresta un cittadino straniero

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti, sabato mattina, all’interno di un’abitazione in via del Lavoro a Perugia dove, negli ultimi tempi, era stato notato un sospetto via vai di persone, verosimilmente riconducibile ad un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti, giunti sul posto, hanno preso contatti con il proprietario dell’appartamento, un cittadino nigeriano – classe 1993 – con pregiudizi in materia di spaccio di stupefacenti, maltrattamenti e minacce, che fin da subito si è mostrato particolarmente nervoso e insofferente al controllo.

All’interno dell’abitazione, i poliziotti hanno identificato anche altri tre cittadini nigeriani – due 26enni e un 30enne entrambi pregiudicati – e un cittadino italiano, classe 1981, con precedenti per stupefacenti e riciclaggio. Gli operatori hanno quindi sottoposto a controllo i presenti rinvenendo nella disponibilità del cittadino nigeriano, proprietario dell’appartamento, la somma complessiva di 455 euro in contanti.

Inoltre, ben occultate nel bagno dell’abitazione, gli agenti hanno trovato diverse dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, eroina e marijuana confezionate in bustine elettrosaldate, pronte ad essere immesse nel mercato dello spaccio.

Nella disponibilità del 29enne sono stati ritrovati anche un frullatore con all’interno residui di sostanza stupefacente del tipo eroina, della sostanza da taglio, dei rotoli di cellophane, tre flaconi di metadone, un “grinder” (trituratore manuale in plastica) contenente dei residui di sostanza stupefacente del tipo marijuana e due smartphone.

Il controllo effettuato a carico degli altri stranieri, tutti domiciliati presso lo stesso appartamento, ha permesso agli agenti di reperire, nella disponibilità del 30enne, una somma di oltre 1400 euro di cui non è riuscito a giustificare il possesso. Nella tasca dei jeans del 26enne è stata, invece, trovata una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Una perquisizione anche del veicolo, in disponibilità del cittadino italiano, ha infine permesso di rinvenire una dose di eroina.

Con l’ausilio del personale del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica è stato possibile accertare la reale identità dei soggetti e le caratteristiche quantitative e qualitative delle varie sostanze stupefacenti ritrovate, per un peso complessivo di circa 10 grammi.

Il proprietario dell’appartamento è stato tratto in arresto dagli agenti della Squadra Volante per i reati di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e questa mattina verrà sottoposto a rito per direttissima. Nei confronti dello stesso è stato anche richiesto il nulla osta per la sua immediata espulsione.

Al cittadino italiano, risultato essere un cliente del 29enne e al ragazzo 26enne nigeriano, sono state contestate le violazioni amministrative previste dall’art. 75 del D.P.R. 309/90 per possesso di sostanza stupefacente, con contestuale sequestro della stessa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*