Sorvegliato speciale arrestato dalla polizia, è accusato di 3 furti e non solo



Sorvegliato speciale arrestato dalla polizia, è accusato di 3 furti e non solo

Tre tentati furti compiuti e tre tentati all’interno di esercizi commerciali, ma anche di due episodi di ricettazione e di indebito utilizzo di carte di credito rubate. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Foligno diretti da Adriano Felici, nella mattinata del 4 ottobre, hanno arrestato un 50enne italiano, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. Le indagini, comunica la questura, sono state svolte a partire dallo scorso mese di agosto.


di Marcello Migliosi
Fonte Questura di Perugia


“Tutti i furti contestati a questo soggetto – spiega Felici – sono stati realizzati all’interno di attività commerciali. Il lasso temporale è molto circoscritto perché eccezion fatta per un furto consumato all’interno di una attività di Foligno che risale a fine luglio, tutti gli altri episodi sono di agosto, si sono realizzati tutti nell’arco di una decina di giorni”. Tutti i tentati furti hanno riguardato, in massima parte, negozi del centro storico folignate.

  • Si tratta di un sorvegliato speciale

Dalle indagini, è stato detto durante la conferenza stampa – è peraltro emerso che il presunto ladro, nel commettere i reati, ha violato sistematicamente la misura di prevenzione della sorveglianza speciale alla quale era sottoposto, con il divieto specifico di lasciare la propria abitazione dalle ore 21 alle ore 8. Anche per questo, all’esito dell’attività investigativa che è stata costantemente coordinata dalla Procura della Repubblica di Spoleto, pm Vincenzo Ferrigno, il gip Federica Fortunati ha disposto l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere nei confronti dell’indagato.

“Alla persona arrestata – ha spiegato il commissario – viene contestato anche il fatto di aver rubato all’interno di un’autovettura una tessera bancomat, sempre intorno alla metà di agosto e di averla utilizzata per effettuare dei pagamenti, all’interno di alcuni esercizi all’interno del comune di Foligno”.

Durante la conferenza Felici ha tenuto a precisare: “Un concorso di quelle che sono le energie operative del commissariato di Foligno, grazie a un accurato sopralluogo degli agenti della volante, con il contributo degli specialisti della polizia scientifica. A cornice di tutto c’è stato un lavoro investigativo portato avanti dal settore anticrimine del commissariato di Foligno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*