Coronavirus, regione Umbria si attiva per aumentare le postazioni per i tamponi

Tamponi corsia preferenziale per soggetti immunodepressi, gravide, oncologici e over 65

Coronavirus, regione Umbria si attiva per aumentare le postazioni per i tamponi

Alla luce dell’andamento epidemiologico che sta registrando un forte aumento  dei contagi in Umbria, la Regione si sta attivando per aumentare i punti in cui si effettuano i tamponi: lo rende noto l’assessore regionale  alla Salute, Luca Coletto.


Agenzia Umbria Notizie


“Il commissario regionale per la gestione dell’emergenza, Massimo D’angelo – ha spiegato Coletto – nella giornata di oggi ha avviato una serie di incontri per la definizione di una nuova postazione per i tamponi a  Perugia, in modo da garantire ai cittadini un intervento assistenziale il più celere possibile rispetto alle elevatissime richieste conseguenti all’incremento dei casi dovuto all’elevata diffusività della variante omicron”.

“Il numero di tamponi molecolari effettuati nella giornata di ieri – ha concluso l’assessore – è stato di 4.471, gli antigenici effettuati sono stati 12.497 per un totale 16.968: si tratta di numeri decisamente importanti che comunque richiedono un intervento di potenziamento per strutture sanitarie che già sono sovraccariche di lavoro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*