Gruppo Tedesco, Ciprini: “Il ministero del lavoro intervenga per revocare i provvedimenti adottati nei confronti dei dipendenti”

Da alcune fonti di stampa, abbiamo appreso che lo scorso giugno due addetti alle consegne dei prodotti alimentari sono stati licenziati e uno spostato ad altre mansioni

“Il gruppo Tedesco è una realtà industriale specializzata nella produzione e vendita di alimenti, di cui fa parte anche l’azienda dolciaria Piselli, specializzata nella produzione di biscotti e prodotti di pasticceria, tra le più importanti dell’Umbria. Da alcune fonti di stampa, abbiamo appreso che lo scorso giugno due addetti alle consegne dei prodotti alimentari sono stati licenziati e uno spostato ad altre mansioni. Il motivo? Aver chiesto un inquadramento contrattuale migliore poiché, oltre alla consegna dei prodotti, gli stessi gestiscono il denaro degli acquirenti”.

È quanto afferma la deputata 5Stelle in commissione Lavoro, Tiziana Ciprini, che sulla vicenda ha presentato un’interrogazione “in seguito all’intervento dell’Ispettorato territoriale del lavoro di Perugia che, con verbale unico di accertamento, pur non riconoscendo ai dipendenti l’inquadramento alla qualifica superiore, ha impartito all’azienda Tedesco l’obbligo di reintegrare in servizio i dipendenti.

Come illustrato nel verbale – incalza Ciprini – gli atti di indagine hanno palesato la sussistenza di un intento discriminatorio da parte di Tedesco, volto a colpire la posizione di alcuni dipendenti affiliati CISL, in ragione delle proprie opinioni dissenzienti, non omologabili con quelle del datore di lavoro, e per questo marginalizzati, espulsi e posti in una condizione comunque degradante e non dignitosa. Ma, nonostante il verbale dell’Ispettorato, ad oggi, ci risulta che l’azienda non abbia reintegrato i dipendenti.

A tale proposito – conclude Ciprini – ho presentato un’interrogazione a mia prima firma, al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, per sapere quali iniziative intenda assumere il dicastero allo scopo di favorire un dialogo e una corretta gestione delle relazioni sindacali tra i lavoratori, l’organizzazione sindacale e la direzione della società Tedesco di Perugia, e affinché il gruppo proceda alla revoca dei provvedimenti adottati nei confronti dei lavoratori, anche in conformità alle prescrizioni degli ispettori del lavoro che si sono espressi in favore dei dipendenti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*