Gallinella e Ciprini: “Lotta alle associazioni criminali e corruzione, priorità del M5S”

tra i punti salienti della nostra pdl, la necessità di lavorare in sinergia con i soggetti istituzionali coinvolti, al fine di contrastare sia il fenomeno mafioso autoctono, che straniero

 
Chiama o scrivi in redazione


‘Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere’. Questo il titolo della proposta di legge presentata alla Camera dai parlamentari del Movimento 5Stelle, come spiegano gli stessi firmatari Filippo Gallinella e Tiziana Ciprini: “La Commissione è un organo indispensabile sotto i profili dell’analisi, della proposta e dello stimolo al perseguimento della legalità. Per questo, tra i punti salienti della nostra pdl, abbiamo individuato la necessità di lavorare in sinergia con i soggetti istituzionali coinvolti a vario titolo, al fine di contrastare sia il fenomeno mafioso autoctono, che straniero.

Il lavoro svolto dalla Commissione nella precedente legislatura, appare ancora largamente insufficiente dinnanzi al persistere di un radicamento criminale-mafioso nel tessuto sociale, e nonostante l’azione infaticabile della magistratura e delle forze di polizia. Proprio su questo argomento – incalzano Gallinella e Ciprini – si basa un altro punto fondamentale della pdl: verificare l’adeguatezza e la congruità della normativa vigente e della sua attuazione in tema di sistemi informativi e banche dati in uso alle autorità, agli uffici giudiziari e alle forze di polizia poiché, se la lotta alle mafie non è coordinata e razionale, comporta solo un spreco di risorse ed informazioni rendendo l’azione investigativa inefficace.

Tra i compiti della Commissione, è previsto anche l’approfondimento dell’esame dei mutamenti e delle trasformazioni del fenomeno mafioso in tutte le sue connessioni, comprese quelle istituzionali, il contrasto al gioco d’azzardo e alle scommesse illegali, oltre che la valutazione della normativa e delle strutture preposte alla prevenzione e al contrasto della corruzione, con particolare riguardo agli appalti pubblici e alla sanità: in tal senso, l’istituenda Commissione dovrà curare i rapporti con gli organismi a livello regionale e locale per il contrasto delle attività delle organizzazioni criminali.

La nostra proposta pone l’accento anche sulle mafie straniere, con particolare attenzione allo sfruttamento dei flussi migratori illegali e al traffico internazionale di stupefacenti e armi.

Per il Movimento 5 Stelle – concludono Gallinella e Ciprini – la lotta alle associazioni criminali è intrinsecamente legata alla lotta alla corruzione, ed è quindi una priorità contrastare tali fenomeni responsabili della devastazione dei nostri territori, dell’impoverimento delle famiglie italiane, della perdurante necessità di emigrare per la mancanza di lavoro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*