Alla Regione non serve un nuovo Direttore regionale: sono solo soldi sprecati

Alla Regione non serve un nuovo Direttore regionale

Alla Regione non serve un nuovo Direttore regionale: sono solo soldi sprecati “Direttore regionale per il Governo del Territorio, la Giunta revochi l’incarico”. A chiederlo il consigliere regionale Lega, Valerio Mancini che prosegue: “Il pensionamento dell’attuale Direttore nel prossimo mese di ottobre, infatti, potrebbe essere l’occasione per ripensare la struttura amministrativa, a dir poco elefantiaca, della Giunta prevedendo l’accorpamento della Direzione Governo del Territorio con un’altra Direzione, magari con quella che già si occupa di ambiente e agricoltura.

Così facendo i cittadini umbri, in un sol colpo risparmierebbero circa 150.000 euro che altro non è che il compenso con cui sarà retribuito il nuovo mega Direttore della Giunta Regionale. Ma il guadagno maggiore per gli umbri, sarebbe, comunque, quello di semplificare gli apparati amministrativi, ancora eccessivi e troppo costosi”.

L’esponente Lega avanza poi riflessioni circa i tempi di assegnazione dell’incarico stesso definendoli “troppo frettolosi considerato che sono previsti solo 10 giorni per la presentazione delle candidature (come da Art. 5 comma 1 della determinazione dirigenziale 9248) e che l’avviso non viene pubblicato, nemmeno per estratto, nella Gazzetta Ufficiale, ma solo nel sito della Regione Umbria sezione Bur (Art. 10 comma 1 della Determinazione dirigenziale 9248) con l’alta probabilità che a partecipare siano pochi concorrenti”.

Il Consigliere Mancini conclude sottolineando “come la vicenda del terremoto non può essere estranea alla ricopertura di tale incarico; nell’auspicio di vedere una forte partecipazione basata sicuramente sul merito e il rispetto delle prerogative di tutti“.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*