Tumori: al via Uro-H-Advisor, sistema indica dove curare cancro vescica

Fiorini (PaLiNUro), 'popolare piattaforma con giudizi pazienti' - Obiettivo estenderlo a 20 associazioni

Tumori: al via Uro-H-Advisor, sistema indica dove curare cancro vescica

Tumori: al via Uro-H-Advisor, sistema indica dove curare cancro vescica

Il motore di ricerca con geolocalizzazione Uro-H-Advisor, ideato da pazienti affetti da tumori uroteliali per orientare chi ha il cancro alla vescica alla scelta dell’ospedale dove curarsi, viene presentato il 25 maggio durante un evento online dell’Associazione PaLiNUro (Pazienti liberi da neoplasie uroteliali). “Da tempo il nostro obiettivo era quello di arrivare ad avere una sorta di ‘TripAdvisor’ degli ospedali per la cura del tumore alla vescica e adesso, che la piattaforma è realtà, l’obiettivo è quello di popolarla con tutte le esperienze, le valutazioni ed i giudizi insindacabili dei pazienti stessi”, dichiara Edoardo Fiorini, presidente di PaLiNUro.

Sono 30mila ogni anno le diagnosi di neoplasia uroteliale, patologia che, per incidenza, è quinta (quarta negli uomini) in Italia. Il portale Uro-H- Advisor, realizzato come replicabile e free source, raccoglie attualmente oltre 160 recensioni qualificate, ma ha l’obiettivo, nei prossimi 2 anni, di essere conosciuto e reso accessibile ad almeno 20 associazioni di pazienti perché lo possano utilizzare per lo stesso scopo, adattandolo alle loro specificità in un’ottica di cooperazione e scambio di azioni condivise che diano voce alle esigenze dei pazienti.

La piattaforma ha l’obiettivo di sostenere i pazienti nella scelta del “miglior ospedale vicino a casa”, avvalendosi dell’esperienza di chi ha conosciuto e sperimentato di persona le strutture della zona ed è in grado di fornire informazioni accessibili, attendibili, verificate, esperienziali e concrete in base a tre parametri i di giudizio: competenza, efficacia e umanità. Il sistema Uro-H-Advisor – si lege in una nota dell’associazione – permette la ricerca di una o più valutazioni del reparto di urologia dell’ospedale in cui viene curata la patologia e la ricerca dell’ospedale che può curare meglio e, possibilmente, più vicino a casa, anche al fine di evitare i cosiddetti ‘pellegrinaggi della salute’.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*