Giunta Romizi non s’ha da fare, il sindaco si prende altri sette-dieci giorni

Romizi votato nelle periferie, ottimi consensi anche a Fontivegge

Giunta Romizi non s’ha da fare, il sindaco si prende altri sette-dieci giorni

La giunta di Romizi non c’è ancora e il sindaco vuole prendersi tutto il tempo possibile per decidere la sua squadra. Da quanto appreso però, prima di avere nomi definitivi, potrebbero passare altri sette-dieci giorni. Nell’incontro di ieri avuto con Progetto Perugia c’erano l’assessore uscente Francesco Calabrese, il fratello avvocato Filippo, i consiglieri eletti Edi Cicchi, Leonardo Varasano, Otello Numerini e Gino Puletti.

Da quanto trapelato pare che ci sia la conferma del trio Cicchi-Numerini-Varasano. Quest’ultimo avrebbe offerto la propria disponibilità a ricoprire di nuovo la carica di presidente dell’Assemblea consiliare, ma qualcosa non è andato liscio – scrive la Nazione Umbria di oggi.

La situazione pare sia bloccata sugli ultimi due assessori: la quarta donna e l’esterno. La Lega insiste fortemente su Luca Merli, mentre Romizi ha bisogno dell’indicazione di una donna. Matteo Grandi resta un’idea (con deleghe ai Grandi eventi e Comunicazione, mentre la Cultura andrebbe a Varasano a questo punto), così come Cristina Bertinelli. Ma il sindaco – riporta la Nazione – potrebbe tirare fuori un nome che ha nella sua testa, ma questo solo dopo aver chiarito il quadro con la Lega. L’incontro con Virginio Caparvi (coordinatore umbro della Lega) è fissato per la settimana prossima.

Commenta per primo

Rispondi