Tagina: “Chiederò i danni a chi entra in azienda senza essere vaccinato”

Umbria, prof e i bidelli no vax cambiano idea si vaccinano

Tagina: “Chiederò i danni a chi entra in azienda senza essere vaccinato”

“Ho l’obbligo di tutelare la salute e la sicurezza dei miei lavoratori. Per questo sono pronto a chiedere i danni a chi entra in azienda senza essere vaccinato”. A parlare in questi termini è Francesco Borgomeo, presidente di Saxa Grès, società che controlla anche Tagina oltre a stabilimenti nel Lazio ed Emilia Romagna. Lo riporta oggi il Corriere dell’Umbria, in una articolo a firma di Eleonora Sarri. “Basta – dichiara al CdU senza mezzi termini il manager – con questa minoranza rumorosa. I lavoratori, la maggioranza, hanno delle legittime preoccupazioni e io non ho solo il dovere ma anche l’obbligo di tutelare i miei dipendenti”. L’intenzione quindi è quella di rivalersi economicamente su quei dipendenti che entrando in azienda senza vaccino provochino dei “danni ai colleghi o alla stessa catena produttiva a causa di quarantene che interrompano l’attività”.

E a commentare la presa di posizione di Borgomeo è Fabrizio Framarini, segretario generale della Femca Cisl Umbria. “Si tratta di una provocazione – chiarisce – che però pone un problema reale: quello della mancanza di legislazione in materia”. Il sindacalista ammette infatti che si tratta di un tema scottante. Chiedere i danni mi sembra eccessivo – conclude – ma sicuramente quanto dichiarato da Borgomeo pone una questione reale, che va gestita a livello legislativo, e che tuteli anche le aziende”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*